• ricordami
Aviation topics

Da AMI a AC-GAT, a AAAVTAG, ad ENAV, 40 anni fa!

ATC r/evolution, 19 ottobre 1979:

 

“frammenti di storia arenati su uno strato calcificato di scorie”

(by ATC Batter)

 

L’aureola solare appariva già offuscata ancor prima del suo far capolino sulla linea del’’orizzonte, a Est; e non prometteva nulla di buono.

In un clima di silenzio pietrificato, e rumoroso e assordante quanto insolito e tenebroso per la mancata emissione di NOTAM sulla possibile riduzione dei servizi ATC al traffico aereo generale e appesantita da rassicuranti dichiarazioni in video, e a mezzo stampa, di alti rappresentati ministeriali che nulla di significativo sarebbe accaduto, iniziava una giornata campale; e non solo per i controllori del traffico aereo.

 

Era il 19 Ottobre del 1979.

 

Sordi attori istituzionali, forza armata (AM) e titolari della relativa funzione terminale d’istituto adottavano maschere di scena su una quinta dove nulla era davvero ciò che sembrava; fu inevitabile il collasso della struttura portante con conseguente caos direttivo e gestionale; indelebile restò il trillo dei telefoni e intonso il gracchiare delle ricetrasmittenti nelle sale operative, e mai mancarono le dovute “risposte”; il resto silenzio peso. Accadde di tutto e di più, ma non si manifestò alcuna espressione parossistica; non si registrò alcun “accident,”ma non mancarono degli “incident” che restarono sommersi sotto il cumulo di cenere del giorno infuocato. E non è cosa di poco conto, altre parevano essere le priorità: in primis, la caccia alle ”streghe”; matrice per altro già collaudata e sperimentata in precedenza su una “base” di comodo, e precostituita a tavolino, creando un effetto fumogeno che dissimulava la realtà.

A quarant’anni di distanza resta viva l’immagine del vissuto, in diretta e in frequenza, dell’inaudita

turbolenza ed è raccolta in Francobolli del tempo: 19 ottobre 1979; una pleiade di ricordi.

Raccontare Il passato aiuta a comprendere il presente e condiziona, sempre positivamente, l’architrave del futuro; conoscerlo, e rileggerlo, pare sempre utile e funzionale; pare sempre buona ragione, non la ragione.

E la buona ragione del Controllore del Traffico Aereo di allora si riversò in una arrampicata, senza funi di sicurezza, alla ricerca di una dignitosa soluzione al variegato stato di precarietà, prevalente e persistente, del proprio rapporto di lavoro, delle relative funzioni e della propria identità professionale. E non fu azione priva di sofferenza e amarezza verso la forza armata; e l’azione dirompente fu ineluttabile; ma fu buona malia, e la nuvola della speranza non si dissolse. Permane sempre incomprensibile il riscontro di un’ottusa avversione all’ascolto, inanellata da troppi, delle rimostranze pacate e antecedenti, derubricate come fossero quelle di un gregge di rane gracidanti al chiaro di luna a spasso su un felpato guanciale azzurro.

Ma non si trattava di una famiglia di Anuri e, tanto meno, di guanciale felpato: era semplicemente una “famiglia” un po’ disorientata dalla guida di genitori in ipossia e con bulbo oculare ancora sano ma trattato con atropina, in auto medicamento e senza prescrizione medica, che non permetta loro di vedere le cose con nitore. Una cosa è certa: in quel dì, e da quel dì, è emersa con forza dirompente una diffusa subsidenza dei valori percepiti come doveri; e ha intaccato tutti. Poi ogni selezione di merito è lasciata alla libera e individuale capacità di intendere del lettore: revolution ??? evolution ??? 19 ottobre 2019

 

 

 

 

Allegato

Francobolli del tempo: 19 ottobre 1979: (by ATC Batter)

 

Blind transmission on VHF radio 121.5 MHz. “ …. cose sulle quali s’ha da investigare gli eventi della giornata; e del seguito”. (rife: Guicciardini; Cutinelli - Rèndina; A. Manzoni; U. Eco; C. Sgorlon; M. Giannin; O, Fallaci)

 

Tempesta in aria chiara

 

Paiono ricordi incanalati su un sentiero ormai screpolato dal tempo e da un comodo riporre in più oscure latebre: Venerdì, 19 ottobre 1979.

Ma non è così per tutti. I ricordi, nel loro insieme, recano si la testimonianza dell’assillo per la fondatezza di ogni nota, e dei dubbi continui che persistono, ma rappresentano indicazione ritenuta necessaria per risolverli: fatti e vicende così come sono comprese e vissute; e non manca il piacere saporoso di sottrarli alla rovina del tempo. Ricordi di fatti concreti, note di cronaca e ripercussioni pesanti per l’utenza e per i protagonisti di una azione eclatante giunta a maturazione sotto gli occhi di tutti, già nota a tutti, e che nessuno ha saputo, e voluto, assumersi la paternità e la guida di una gestione, alla luce del sole, efficace; un non voler vedere ciò che era visibile a occhi chiusi; un vero obbrobrio istituzionale; una deprecabile metamorfosi dell’arma azzurra, e delle istituzioni, che, poi, si è trascinata per anni e anni all’insegna di un orgoglio ormai defunto, puerile e difficile da difendere e giustificare; un monumento di idee ed espressioni confuse dove non mancava nemmeno chi voleva confonderle per fini suoi. E bastava ben poco per assopire l’accaldato manifestarsi di un disagio reale e creare le basi di una azione evolutiva ragionata; ma anche quel poco mancò e il tutto degenerò in un turbinio di azioni non proprie. Oggi è una cartolina del passato ma, se affrancata con il lessico mediatico ricorrente, si avvilupperebbe con facilità su una similare struttura portante di architettura morandiana e sulle relative relazioni di Comitati tecnico-amministrativi del Provveditorato alle opere pubbliche, e del seguito; e non manca nemmeno un annullo speciale legato al recente caso della nave “Diciotti” della Guardia Costiera (2018;, e poi ancora altri, purtroppo, a seguire.

Un mix di necessità inevase, funzioni istituzionali evanescenti e alla deriva; e così appare perché non si trovano le veline di presunti ordini mai ordinati: burocrazia miope, interessi di parte e politica auto referente impantanata in uno strato melmoso di pura ideologia; e, poi, un esondare di spavalda altezzosità, direttiva e funzionale, completa la scenografia. E ogni effetto binario, in proiezione, appare ricco di una devastante metamorfosi gestionale in copia conforme; un revival non certo gratificante, ma così è; e oggi, 2019, cosa succede all’interno delle Forze Armate, chiamate in causa ma senza “causa”?

Disorientate le linee di comando che perdono la logica del naturale riferimento ministeriale senza comando credibile; effervescente il sottocomando movimentato, ancora, da forze in ombra; come nel 79.

 

Intrighi capziosi e segreti di Pulcinella

 

Poi si tesse un cavilloso ordito dal sapore “penale” annodato, a tempo, su una trama amministrativa

relativa a fogli di viaggio, per annebbiare figure, non certo apicali, chiamate a rappresentare lo “stato di fatto” a seguito dell’evento principe. A seguire le storielle dei “segreti”; e nel nostro contesto del segreto di Stato fatto pesare sulle operatività degli aeroporti di “allarme” (rife LIMN) condizionando, in modo improprio ed inutile, le operazioni ATC indirizzate al traffico generale. Perché mantenere attivo un “corridoio”, penalizzando centinaia di voli civili senza motivo, sulla base di un ipotetico decollo di intercettori quando era certo che gli intercettori non erano “attivi” e che Il servizio di Controllo del Traffico Aereo Generale era affidato, e garantito, a una struttura operativa dello Stato? Io “disubbidivo” spesso …aggiravo l’ostacolo formale e adottavo un coordinamento succedaneo, quasi coercitivo, che impagliava una “difesa” non sempre in-difesa … e tagliavo e accorciavo”. Il tutto nasceva da incomprensibili posizioni assunte da chi vestiva incarichi operativi intermedi quali responsabili di ciò che della RIV (Regione Informazioni Volo LIMM) era rimasto e/o sopravissuto. Un obbrobrio di stampo istituzionale, in campo AM, che disconosceva, di fatto e per partito preso, la nuova gestione dello spazio aereo affidata alla nuova struttura civile e mal digeriva di dover accettare la “delega” di gestire gli spazi funzionali alla difesa, mai negati e mai condizionati al traffico generale quando motivati. Un imperativo di “difesa aerea” da garantire, e sempre garantito, ma non per questo blindato da un “segreto” di Pulcinella, deleterio, controproducente e senza alcuna contropartita positiva e per la Difesa e per lo Stato, quando il decollo su “scramble” maturava da “azioni e informazioni” frutto di una integrazione di dati condivisi, e complementari, fra ente civile e AM . E tutto dilagò per anni e anni con la compiacenza di troppi saliti, senza fatica alcuna, sul nuovo scafo per aggrapparsi al suo ipotetico e lusinghiero sartiame dal dolce sapore di arra, inizialmente utopico, poi …..; troppi i silenzi; assurde le accettazioni; deplorevoli i comportamenti non conformi.

 

Disfunzioni temporali e metamorfosi del sistema ATC

 

Inaccettabile il discrimine, poi, dei “ritardi” (copiosi), lamentati prevalentemente dalla voce, forte, del vettore di bandiera, addebitandoli, indistintamente, al sistema ATC anche quando era palese la manifestazione di una inadeguata disciplina operativa prevalentemente a capo della compagnia e, poi, del gestore aeroportuale (es. volo Linate/Mosca RWY 18, operazioni de-icing, spazzamento neve, imbarchi, ect. ect.); una manifestazione superba di menti che agivano (e forse agiscono), senza capire, arroccate su un declivio vistosamente franoso, e avviticchiate in ombre che venivano dal nulla e andavano verso il nulla; e pur di galleggiare, fra il secondo e terzo millennio, si sottoscrivevano accodi per accaparrarsi “grazie” promettendo “grazie” ( sconti tariffari in cambio di benevoli attenzioni dedicate): un mercimonio stomachevole rigettato, spontaneamente, da pochi. Mai una analisi seria e capillare sui ritardi; solo dichiarazioni di parte e, spesso, improprie; e non mancavano silenzi assordati di chi aveva il dovere di spiegare e chiarire; e riemergeva il nulla; il nulla.

 

Disfunzioni direttive e populismo esasperato

 

Sul proscenio, apparentemente diviso a settori, si sviluppava poi una plurima rappresentazione direttiva, figlia di una arroganza ereditata, che creava ancora danno alla comunità in nome e per conto di una perversa interpretazione di dispositivi e norme legate alla conduzione di un Commissariato e di una Azienda Autonoma. Situazione complessa e raggomitolata in fretta che, in un baleno, divenne fomite di arbitrarietà funzionale inaccettabile: prima un “travaso”, di persone e cose (beni), intriso di becero populismo e di gran lunga superiore alla bisogna del momento, poi nuove assunzioni, alcune ancora “populiste” e altre macchiate da un degenerativo trascinarsi di contrapposizioni fra organi istituzionali blindati da una cieca ideologia burocratica; e nell’intermezzo, ancora all’insegna della stessa matrice, una scomposta revisione di titoli professionali e una altrettanto scomposta azione di professionalizzazione ad ogni costo e omnicomprensiva. E il vertigo non fu solo “azzurro”; anche le corporazioni, in qualche modo organizzate, hanno agito in proprio, e senza soluzione di continuità, contando su una inesauribile fideiussione dello sponsor politico di riferimento che facilitava anche l’incasso di “cambiali” a suo tempo sottoscritte da occasionali prestatori di firma; e il giochino continua. E’ la storia che necessita essere visitata in ogni sua piega rimasta in ombra; è la storia del nuovo Controllo del Traffico Aereo “nato” da quel dì del 19 ottobre 1979; è la matrice storica dell’ ENAV di oggi, portatrice sana anche di difetti genetici, trattabili se individuati in tempo utile, sia come evoluzione da “Commissariato” a “Azienda Autonoma” a “Ente” e a ”Società per Azioni”, sia come “mission” arricchitesi di recente.

 

D-day

 

Giornata drammatica quel “19” sotto il profilo istituzionale, e per chi assolse “in frequenza” a tutte le funzioni demandate, sotto il profilo operativo, abbandonato a se stesso e privato di ogni conforto e supporto direttivo; le funzioni di comando intermedie, sembravano espressioni dettate da un latente stato letargico e indirizzate solo a salvare la faccia; i superiori referenti, per lo più vaneggianti e in “fuga” apparivano allergici ad ogni azione direttiva (operativa) propositiva; un frenetico immobilismo che si arrovellava su un nulla esausto; un folto rovinoso avviticchiato da erbe parassite; un allucinante negazionismo di ruoli e status che non poteva, e non doveva, essere partecipe di controversie operative.

Non si doveva, di certo, assecondare le richieste, comunque formulate, ma era opportuno ascoltare; ma non si ascoltava; non si voleva ascoltare (prerogativa, decisamente negativa, tramandata alla nuova organizzazione e mantenuta in vita per decenni, certamente fino al 30 novembre 2005); già statue di sale a contemplare l’incendio di Sodoma e Gomorra e la migrazione di Lot verso una nuova terra promessa; un buio lacerante che pareva ombra dell’8 Settembre del non lontano passato remoto.

 

Giudizi compulsivi e trattamenti ad personam

 

Poi un orgoglioso rigurgito, marchiato AM, espressione di un primitivismo culturale: la scure del giudizio di merito, individuale; ovvero, per chi ne fosse a digiuno, delle “note caratteristiche”, molte anche fuori tempo, propedeutiche e funzionali all’avanzamento di “grado”, anche se ormai depotenziato e non più significativo sotto il profilo funzionale, visto la già avviata procedura di congedo sistemico per confluire in una diversa organizzazione; ma allo “spirito” fa male, fa molto male. Già in un non lontano pozzo del passato ( primi anni ’70) si pescò con la stessa metodologia e su non pochi addetti ( Charlie § Mike, due per tutti) calò una rete impietosa e dagli effetti decisamente più devastanti: si imbastirono azioni delegittimanti, frutto di conclusioni affrettate e subdole, su una trama e un ordito ipocrita e filisteo non immune da perfidia; fu azione brutalmente inanellata, propedeutica alla interruzione del rapporto di dipendenza con AM alla prima scadenza utile applicabile, da superiori diversamente “superiori”, auto referenziati e farciti di smisurata supponenza, che imperavano in altezzosa simbiosi in Area Lombarda.

Dopo il manifestarsi del 19 Ottobre non si mancò neppure di gratificare qualche figliol prodigo, dichiaratosi disposto ad accettare ancora la famiglia d’origine, lasciando ampio spazio ad accomodamenti ad personam, nonostante le dimissioni dalle funzioni ATC precedentemente presentate per tentare di forzare un pretesa.

Un mercato tipico del suk: concedere, convinti di non cedere, per soddisfare ai desiderata, mantenendo intatto il “vestire” e immacolato il giudizio. E così alcune dimissioni precedenti, e anche alcune datate Ottobre 1979, furono sottoposte ad un processo di sublimazione, previo accordi e concessioni duali (do ut des), ovvero come dicono a Napoli:< Io do ‘na cosa a te, tu dai ‘na cosa a me>; anche se la “cosa” aveva un indirizzo prevalente: il Tevere; non si escludeva il guado del “Volturno” ma erano predilette le aree di golena del “divino”; una volta lasciato il Po’ alle spalle con prua Sud era sempre una conquista. E’ l’aquila reale che cede il potere del suo richiamo al tarabuso. Ecco entrare in gioco ”l’accountability”, ovvero la credibilità di una forza responsabile; metodologia deficitaria, foriera di consensi sporadici e limitati, frutto di interpretazioni occasionali favorite da una stato letargico in ipossia.

 

Coscienza professionale

 

Ma impegno e dignità non hanno mai subito alcuna alterazione anche a fronte di ingrati giudizi e di

manifestazioni tipiche di un mercimonio. Poi, si è visto come i soggetti cataloganti “inferiori alla media”, secondo le valutazioni di merito, postume, dell’A.M., abbiano risposto, quel giorno, e in seguito, alle esigenze operative; e sul “vedo retro” pure. Non c’è alcun sentimento avverso; c’è solo commiserazione verso quegli “addetti” che, loro malgrado, furono indotti ad interpretare un “disegno” propinato da una presunta normativa datata, logora, evanescente e che non concedeva spazio ad alcuna evoluzione di funzione maturata nel tempo e all’impegno profuso; il superiore andava “ascoltato” anche quando, di fatto, si vestiva di una divisa avviluppata, e pronto a riporla in soffitta, e continuava a sentenziare giudizi da uno scranno traballante e senza prospettive future se non evanescenti, disarticolate e riduttive sotto il profilo professionale. Questo era il “mondo”, tinto di azzurro, di quegli anni; mondo ottenebrato. Quanta amarezza! Quanta amarezza!

 

Sbandamenti, fermezze e compiacenze “tesserate”

 

Non è mancato neppure il gioco baro, e a nascondino, interpretato da qualcuno in quel fatidico giorno, in attesa del “segnale più conveniente” per trarne maggiore convenienza e sfuggire da ogni “giudizio”. Può anche non piacere, e allo scrivente non piacque di certo, ma così fu. La debolezza umana ha una forza ingestibile ed è di natura indigesta; questa strada fu battuta, poi, per anni e anni ancora (evidenti le malformazioni genetiche). Tutto ciò non ha mai intaccato il dovuto e doveroso rispetto delle dichiarazioni formulate con l’atto del giuramento prestato, in divisa, al momento delle assunzioni delle funzioni demandate, poi riformulato in veste civile e mantenuto in fede fino alla quiescenza; e la riconoscenza alla primaria istituzione della Patria, pure. E non è retorica; è un ricordare, passo dopo passo, a chi oggi pare essere preparato a “guardare in alto” ma poco attento e poco persuaso sulla necessità di guardare, prima al passato; capire e comprendere il passato aiuta ad individuare un orizzonte certo e libero da valenze presuntuose ed arroganti; solo così il futuro potrà essere migliore. E, ancora, non è affatto retorica rammentare che il seguito, cioè il postmilitare, ha utilizzato, forse per passatismo o per mera incapacità, la stessa metodologia annoverando, però, come valenza meritocratica primaria l’essere “tesserato” in funzione armonica con i tempi e capace, anche, di produrre arra senza scadenza di termini, compreso “grassaggio e scorrettezze” a spettro allargato, emerse dal galleggiamento di spavaldi accomodamenti in culle materne, a cavallo del secondo e terzo millennio; e non solo nelle acque del Tevere. Non sono allucinazioni personali ma riscontri documentati da indagini preliminari espletate da organi competenti e da effetti collaterali derivati da silenziosi e discreti soffocamenti in famiglia finalizzati a salvaguardare il sacro tempio, sulla consolare del sale, diversamente attento, intaccato da tarli ruspanti già radicati nella vecchia cava di tufo in perenne stato di subsidenza protetta da una copertura stratificata di nubi lugubre e fagocitante. Già, la storia! La storia di un dispenser di pasta dentifricia e di colluttori sanificanti; e fu piattaforma distorta e edulcorata per anni; una metamorfosi del consolidato per consolidare ciò che è sgradevole consolidare; vestigia di ruggine corrosiva fattasi fedele guardiana di uno scalone, quasi reale, in ambiente ormai saturo di odore e sapore di cosa stantia. Di fatto, la stessa penna e lo stesso relatore conformato, senza battere ciglia, alla nuova opportunità; distorsione, senza alcun dubbio, deplorevole ed espressione di una manifestazione apicale, spesso distratta, concepita come un fatto di natura e non di capacità; e la natura difettò; e difettò a seguire. Massimiliano, il Cencelli, appare come ideologo insignificante ed eretico, pur essendo manifesto di comoda eresia, quasi certa, sposata e potenziata dal tesserato medesimo allucinato da una istintualità perversa. Poi ad ogni atto di furbizia creativa, che crea un interesse deviato di varia natura, si tende ad accreditare valenza occasionale, non significativa; mai un ipotesi diversa. Mai. E tutto si dimentica in fretta.

 

Testimonianze , distorsioni e impudenze

 

Il “D-day della smilitarizzazione del Controllo del Traffico Aereo; “Forzature, sordità, incertezze e speranze”, “Aquile dalle penne caduche”, e altro, in tema, pubblicato da Aerohabitat (locandina ATC Batter) e già proposti in passato, possono aiutare a capire. Non c’è alcuna pretesa di vestire la “tunica” del saggio rendiconto dei fatti, secondo un profilo rigorosamente ancorato ad una valenza metodologica dell’istorismo: è semplice testimonianza del vissuto, e del conosciuto; testimonianza diretta a supporto di quattro decenni vissuti intensamente a garanzia di un servizio messaggero ed esecutore materiale, in primis, di SICUREZZA, ordine e speditezza del Traffico aereo ( fonte ICAO, Doc 4444). Le fronde moderne tendono ad enfatizzare “economia” e “speditezza”, anche a livello direttivo gestionale e comunitario, come elementi primari e fondanti, per promuovere campagne pubblicitarie con valenza economica. Non dimenticano, di certo, la “sicurezza” ma troppo spesso viene relegata, e menzionata, in subordine, foriera, nel futuro immaginario europeo, di memorabili incrementi migliorativi percentuali a più cifre (????....facce toste .. che significa ???); in seguito anche la “pubblicità nazionale” ritrova, a volte, il senso logico e funzionale dell’ordine inscindibile della “mission”; ogni subordine della “sicurezza” non è mai, mai, accettabile; non può essere accettata. E non può essere accettata la garanzia di “sicurezza delle cose di casa”, reclamando l’esistenza di procedure operative di sistema, succedanee, tese a ripristinare il “sicuro” ordine delle cose, richiamate in essere da interessati di parte o da comoda politica gestionale (parallela e, purtroppo, subordinata), in occasione di eventi noti non certo qualificanti, e in termini di “garanzia operativa” e di “correttezza comportamentale”, registrati nel recente passato (2001/2007); comunque in questo terzo millennio. E non può, di certo, essere accettata, ancora, quale garanzia di correttezza comportamentale, una qualsivoglia “sentenza”, di per se sempre rispettabile, già propriamente emanata in ogni grado di giudizio possibile. E non c’è ragione che tenga coerenza, sul piano funzionale, un rigetto (non accettazione), certamente legittimo sotto il profilo del diritto, di sentenza di prescrizione, quando il supporto e il sostegno materiale è strettamente avvinghiato ad apparati e corporazioni che spandono ideologia pura e manifestano uno status intoccabile e di impunità superiore a ogni limite morale; è ampiamente noto che la legge non ha confini interpretativi e che ogni borderline ha traccia opalescente.

A seguire, poi, anche un esondare di spavalda e malcelata impudenza, sbocciata in spontanea autocertificazione all’alba del 5 maggio 2007 in area Lombarda (LIMM), ha evidenziato l’esistenza di presupposti non sostenibili, e per nulla gratificanti, per una professione così qualificata: un’omotetia inversa, degenerativa, con rapporto esponenziale negativo cubico; una manifesta azione, di conduzione operativa, asservita a un populismo finalizzato al mantenimento di consensi associativi e di proselitismo strisciate sulla base di furbizie coperte da una solidarietà amicale tipica del feticismo delle corporazioni storiche in contrapposizione alla nutrita concorrenza dei succedanei. E non serve rincorrere le vidimazioni elettroniche, né firme sul log di servizio, né impronte digitali, serve una semplice e sana deontologia professionale e una coscienza civica che, evidentemente, difetta: un lemma inscindibile. E così la contea della speranza si dissolve, in modo inesorabile, in uno sfasciume sconsiderato e ricco d’insostenibile boria, in una deprecabile gora fangosa da cui riemerge il fantasma ingannevole di una mai sopita arroganza imbastita di bramosia partigiana: vestire d’elettrico, pagato nella quasi totalità da altri, non può essere, mai, cosa qualificante. E, per i nuovi addetti, non è mai qualificante cavalcare l’onda populista ignorando

eventi concreti, registrati negli anni passati, senza averli vissuti; poi i meno giovani, quali partecipi indiscussi, trovano più utile dimenticare; i più vecchi lamenta comode amnesie. E’ un vestire di un opportunismo strisciante che coinvolge tutti e fa strame di ogni valenza deontologica.

 

Maculopatia ereditaria

 

Poi questo buttare lo sguardo sul “ recente passato”, ancora oggi, ci riserva delle sorprese a non finire, a parte interessi deviati e partecipazioni improprie: ancora a distanza di anni e anni si legge su un mensile di una associazione tinta d’azzurro, dalla tripla A, valutazioni che pescano solo online in Wikipedia, calpestano fatti reali nella loro completezza e tracciano una linea decisamente vulnerabile sotto il profilo della credibilità; pare una similitudine con le leggende sull’origine della taiga che gli uomini si erano raccontati tra loro poco dopo aver inventato il linguaggio, e quando spiegavano tutte le cose con storie immaginate; e spiace riscontrare, ancora oggi, una lettura troppo semplicistica dei fatti da una così autorevole testata.

Si cita testualmente: “… il 19 ottobre 79 gran parte del personale militare addetto all’assistenza al traffico aereo non prese servizio precipitando …. considerato gravissimo in termini disciplinari, soprattutto perché la smilitarizzazione era stata già decisa” ( n.5 Aeronautica, periodico mensile A.A.A. maggio 2016, pagina 33).

-è una offesa indirizzata a chi non era Controllore del Traffico Aereo ma partecipava attivamente all’assolvimento delle funzioni tecniche e di supporto operativo al CTA; non era certo nelle condizioni di potersi sottrarre alle funzioni propedeutiche demandate e pertanto impossibilitato ad astenersi e/o a “dimettersi”( fatto salvo il congedo); e non ha intrapreso alcuna iniziativa ascrivibile e/o abbinabile a qualsivoglia metodologia tipica di una astensione dal servizio comandato;

-nessun Controllore del Traffico Aereo comandato di servizio, nel mattinale del 19, si “sognò” di non presentarsi in servizio: presente, secondo il rispettivo ODS, per espletare ogni funzione d’istituto a garanzia di ogni volo militare, di Stato, ricerca e soccorso ed emergenze ( sempre garantite ed espletate); attendeva “risposte”, dal competente responsabile della Forza Armata (superiore diretto), sulla impiegabilità in operazioni ATC, diverse da quelle sopracitate, in accordo alla formulata e circoscritta condizione, legata, piaccia o non piaccia, ad una “disponibilità individuale” dissociata dallo status di “categoria/ruolo” militare in essere perché mai esplicitamente chiarita; risposte mai giunte con franchezza e determinazione; e anche il responsabile diretto superiore si trovò solo, suo malgrado;

-“soprattutto perché la smilitarizzazione era stata già decisa”: affermazione fuori luogo, pacchiana, impropria e deviante. Il Controllore del Traffico Aero di allora che “conosce” un progetto credibile, Istituzionale, per risolvere le problematiche del servizio ATC, e del suo rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione, militare o civile che sia, nella stragrande maggioranza di “complemento”, e quindi in uno “status” di perenne precariato, si sarebbe mai messo ad operare in modo così eclatante? Poi anche chi vantava uno status in spe succedaneo, ovvero senza certificato battesimale “accademico”, aveva qualche cosa da dire. Chiacchiere, solo chiacchiere, senza un supporto fondato e serio, spoglie di ogni substrato utile a disegnare la realtà; una maldestra generalizzazione e un almanaccare fuorviante degli eventi.

Certo, se ne parlava, e se ne sparlava, fuori della Istituzione; e l’Istituzione tergiversava e non disdegnava applicare il classico metodo del “correttivo disciplinare” verso chi tendeva orecchio; una postfazione di “parole parole” con cui la grande Mina, in quegli anni, trascinava un nutrito numero di insospettabili fans; il tutto pareva avviluppato ad una ennesima “lupa” e un agire da “telenovela trasteverina” da dove ne la Forza Armata ne le Istituzioni, in genere, escono, di certo, vincitrici; semplice opinione che confonde l’ordine delle cose e che dimostra una impietosa colpevolezza di coloro che avrebbero dovuto agire in “primis” se, di fatto, depositari di un reale disegno organizzativo di così vasto impatto; va da se che quel “soprattutto” è avverbio fuorviante e decisamente di troppo; un paradosso non razionale: da una premessa non vera non può che derivare un sillogismo non vero. E ancora oggi l’autorevole rivista ( n.3 Marzo 2019 pag.20 “Meteo Pantelleria passa a ENAC”) inciampa in una sommaria citazione di Ente ( ENAC) che non “gestisce” affatto ma coordina passaggi di funzioni fra AM e ENAV.

“Il meteo di Pantelleria passa dalla Aeronautica Militare ad ENAV” così citano altri media; già le consonanti! le consonanti! minano ancora credibilità e conoscenza. Un lapsus? Pare probabile; è certo un lampo di verità: tanta confusione su funzioni di enti e società in casa azzurra. Alla “mamma”, comunque, si concede sempre il tempo di specificare al meglio.

 

Ottimismo e speranza

 

I “ma” e i “però”, anche in forma sottintesa, sono una semplice rappresentazione sistemica di un finale, che può non trovare la quadra, nonostante i quarant’anni trascorsi dagli elementi evocati, tragici e salutari.

Tragici e salutari? Si. Era disperato ottimismo, ma era importate crederci. E il pensiero va alle migliaia e migliaia di addetti che, in particolare nella pubblica amministrazione, ancora oggi arrancano in trattamenti di persistente precariato che rendono frustrante l’espressione professionale e le legittime aspettative; e la matassa non si sbroglia e continua ad infeltrire.

 

Condizioni “ambientali”atipiche e starnazzi trasteverini

 

Sin dall’inizio non sono mancati gli intoppi lungo un percorso spesso sdrucciolevole, e condizionato, poi, anche dal “Salario”, a sua volta sottomesso da un incipiente e continuo starnazzare di oche capitoline nate in anticipo, e in cattività, allevate in ambienti diversi e ammaestrate, comunque, ad uopo; e questo è il lato negativo del nostro “essere”, di ieri e di oggi; non mancano, comunque, aree di sosta che favoriscono una valenza positiva; e può valere la pena ricordalo ricorrendo, in parte a Epicuro, adattandolo ai nostri tempi e al nostro essere: il Controllore del T.A., libero dalla servitù delle paure e delle passioni, ha iniziato un percorso verso il nuovo, consapevole delle possibili fragilità ed incertezze che l’avvenire avrebbe potuto riservare in quanto il passato non c’era più, il futuro non era che una incognita e il presente non aveva durata. E’ noto che le cose belle sono difficili; ma non impossibili. E, nel complesso, si è trattato di cosa “BELLA”; comunque anche se non proprio con anima omnidirezionale.

Di fatto, non è mancato un contesto anagrafico, e/o funzionale già rivestito in AM, che non abbia segnato riscontro negativo, in funzione e poi in trattamento di quiescenza, nel nuovo soggetto operativo creando un disallineamento con quanto sperato; speranze e pretese fanno parte della vita; e la lettura della “nostra” vita si manifesta, spesso, in contrapposizione: per alcuni “sabbie mobili” e per altri, per molti altri, tanta “manna” edulcorata a dismisura da mani allenate. Non sono mancate neppure le classiche “ciliegine” da gustare in servizio e in pensione. Poi la casistica dei frettolosi “abbandoni” volontari per una quiescenza “certa” di fatto rilevatasi decisamente penalizzante, nonostante l’accattivante e lusinghiero specchietto di reimpiego parallelo.

 

Forzature, errori e garanzia di mobilità

 

La vicenda di quel dì si rivelò, poi, essere una azione certamente forzata e impopolare ma risultò efficace anche se inquinata da non pochi errori, e da spinte esogene, e orfana di forze paladine capaci e convincenti.

E da quel giorno, può non piacere, e non piace affatto, non manca una conflittualità continua e permanente ( ancora sicuri e continui errori), che spesso sfocia in azioni penalizzanti e per l’utenza, e per il cittadino; azioni non sempre comprensibili e spesso foriere di forzature inneggianti solo al “potere” costituito, o associativo che sia; e qui è non ci sono dubbi anche sulle azioni di sciopero quasi sempre sproporzionate e, molto spesso, strumentali. Di fatto lo sciopero è una azione che non può, e non deve, essere utilizzata come strumento primario; e in tutte le funzioni di pubblico servizio, ancora di meno. E’ una questione che intacca la cultura professionale troppo spesso declassata a fattore di puro interesse ed egoismo di parte. Forse sproporzionata fu anche l’azione del 19 Ottobre 79 ma alternative diverse non trovarono, in quel momento, ne spazio adeguato ne attenzione attendibile; ciò che si fece, e non si fece, fu chiara espressione di una insipiente politica gestionale, senza alcuna distinzione di parti. Così ieri era; così oggi, ancora, è in diversi settori, significativi e funzionali, della Pubblica Amministrazione (es. comparto sanità, istruzione). Poi la “svendita” del primo tentativo, codificato, di “garanzia di mobilità minima”, datata ai primi anni ’80, frutto (la svendita) di mercimonio fra istituzioni intrise di politica fuorviante e fazioni associate di lavoratori, non ha certo reso un servizio lodevole, e condivisibile, alla società. Poi non è mancata, e tutt’ora non manca, una distorta rappresentazione dei media in fatto di scioperi e disservizi occasionali facendone, spesso, una commistione, in video e in voce, di competenze, responsabilità, funzioni e partecipazioni allucinante; e tutto resta immutato; e questa, purtroppo, non è cosa bella; e non è l’unica. Tutto ciò potrà anche non piacere a tutti, ma per tutti il farsene una ragione è un dovere.

 

Controllori del Traffico Aereo

 

Poi, un dovuto e convinto inciso rafforzativo: non si dimentichi che quel Venerdì, di quel lontano Ottobre, furono i Controllori del Traffico Aereo, e solo loro, a riformulare un “request” a ”Mamma Aeronautica” apparsa poco attenta e non all’altezza delle funzioni demandate. Non centrano ne “addetti” ne piazze frequentate da “movimenti” composti da succedanei auto apparentati, nonostante i ripetuti tentativi di infiltrazione, e ancor meno improprie professioni presunte parallele in seguito coniate per colorare, con fantasia, la cronaca; colorazione che, purtroppo, sussiste ancora e condiziona oltre misura anche molti addetti ai lavori, AM compresa; e questa è una valenza decisamente negativa. Soprasedere, e rinunciare, a una precisa formulazione professionale tipica, funzionale e di dipendenza, a favore di colorite e imprecise etichette non conformi, patrimonio di un comune linguaggio coniato e promosso dai media, fuorviati anche da una traccia spesso opalescente, non potrà mai essere un valore aggiunto; dunque, solo e soltanto, Controllore del Traffico Aereo, e poi correlate proprie senza distorsioni ( AM, AAAVTAG poi ENAV e poi ENAV S.p.A., fatti salvi i vari commissariamenti in funzione propedeutica). Di certo fu non solo forzatura palese ma anche occulta (ossimoro apparente) la scelta del mese di Ottobre, padrino della rivoluzione francese, prima, e di quella bolscevica dei primi del 900’, poi, quasi a rimarcare un istinto rivoluzionario ancora vivo e capace di promuoversi con guida autoctona e forza “popolare”. La guida, poi, è risultata essere a guinzaglio di datori “stellati” e di “buchi rossi”, e la forza anche manipolata, e non di poco; un tentativo di “lezione di Bolscevismo” a tanti fuoricorso, in maggioranza non in regola con la retta annuale, perché mai iscritti e mai simpatizzanti, e un manifestare di stigma ormai prossimo al punto di rugiada; una distorsione del vero per trasformarlo in verosimile con allusioni e leganti ideologici più reali del reale: ancora un agito forzato e palese; molti annuiscono ma non si va oltre; l’espressione mimica resta orfana di ogni vocalizzazione ed è accompagnata da uno stentato labiale, viatico di un silenzio assordate; indelebile opportunismo; non c’è spazio per distinguo personali, soffocati, purtroppo, da un prevalere tipico di una “tiratura a comando”. Ma siamo ancora a questo punto? Purtroppo sì, nonostante il passare degli anni e il perverso derubricare di ciò che è base, e fondamenta, di quanto oggi ci è dato vedere. E’ una partita atipica, senza tempo e con arbitri occasionali, a rotazione, e designati da un “fare” estemporaneo ma rigorosamente spartitivo, in cui si giocano i supplementari da quarant’anni; e nulla lascia intendere che si ricorra ai rigori: non sono previsti; e non c’è aria di sfinimento. Nel frattempo i “francobolli tradizionali” paiono essere introvabili e ogni tentativo di recapito alternativo resta impantanato, spesso, in quella marea cartacea, per lo più pubblicitaria, che tutti i giorni riempie la nostra casella postale; ma non è il caso di desistere: informare (testimoniare) è un dovere; selezionare è una doverosa opportunità che rinfranca il diritto di ognuno; sono lievito e additivo della storia, sempre maestra di vita.

Non è, questo, un ricordo cangiante; è semplicemente un “ghiribizzo” che asseconda la definizione di un tal Roberto Ridolfi (riflessione solitaria, materiale e, forse, controcorrente; quasi una riflessione condotta in una direzione diversa dalla politica nota e posta in atto per quattro decenni ed espressione di modi e scontrosità anche sentenziose): forse un commentario; certamente una parresia.

 

Fatti e azioni operative del giorno

 

……. addì 19 ottobre 1979, ore 10.48 UTC; sala controllo Milano ACC Area: verticale TOP/VOR

Contatti TBT: am/Milano ACC, sett WEST 132,9 Mhz Aeromobili interessati: BA 560 ( Ba 111 da Londra a Linate TOP/VOR 10.48 FL 130, in discesa da FL 250, rotta Monte Bianco/TOP/VOG/LIM , autorizzazione limite TOP/VOR). I 2020 (C119 da Ramstein a Cameri

TOP/VOR 10.49 FL 110 rotta Lione/TOP , autorizzazione limite CAM/NDB via TOP/VOG) ; I (INDIA) 2020 , in apnea per le note prestazioni di am non pressurizzato, chiedeva di scendere a FL90 e autorizzazione per CAM/NDB da TOP via VOG; gradita ogni azione di vettoramento radar per un diretto e conseguente discesa; BA 560 trovandosi incappata, suo malgrado, in una confusa e disarticolata conduzione operativa ATC era indecisa se rientrare a Londra, dirottare a Torino Caselle o proseguire per la destinazione iniziale di Milano Linate; ne Caselle ne Linate erano in condizione di confermare, con chiarezza, l’accettazione del volo; il caos regnava; i coordinamenti erano del tutto scoordinati e senza soluzione; mancava una gestione univoca; ogni operatore ATC agiva in proprio e, anche lui, in apnea; era evidente una desolante mancanza di valori cognitivi tesi a porre rimedio a ciò che, caparbiamente, non era stato predisposto: NOTAM informativo, sulle possibili/probabili indisponibilità del servizio ATC.

In sala ACC un crescente e appiccicoso nervosismo determinava un agire spasmodico ed affannoso; Il trasponder di I 2020 era OFF e il complesso del sistema del radar d’Area generava “angeli”; troppe le “variabili” fuori controllo, troppe le incertezze, troppe …………. non c’era nulla che non fosse di troppo

Risultato: marcata sottoseparazione dei due am sulla tratta TOP/VOG; come? … ancora oggi non mi è dato capacitarmi …. certa una autorizzazione, impropria, a scendere a BA 560 ….; ricordo bene, invece, la traccia unica di un labile “primario” e di un “secondario” sovrapposto che non quadrava affatto … era giornata di “angeli”…. la lavagna luminosa, continuamente aggiornata dall’assistente radar (a cui si riserva un doveroso ringraziamento) parlava chiaro: erano due gli aeromobili; di tanto in tanto mi si ripresenta, ancora, come immagine nitida di una traccia unica che, poi … poi, si sdoppiò; fu grande il sospiro liberatorio non mancò, neppure, una sofferenza tenuta fortunatamente a freno dalla certezza che Loreto, e la famiglia associata, un qualche rilievo lo deve aver avuto. … era davvero giornata di “angeli”.

I 2020 non ha visto niente e ha ringraziato per il successivo, “taglio” diretto Cameri; BA 560 non si è accorta di niente, o forse ha fatto finta di non accorgersi e, in forma certamente inusuale, ha espresso un “tank you” alquanto significativo per l’autorizzazione ricevuta a proseguire, finalmente, per Milano Linate dopo un’attesa su TOP, e a scendere inizialmente a FL 90, ignorando ciò che tutti ignoravano: quando sarebbe potuta ripartire per Londra? Ma questo non era un problema rilevante; importante era “mettere le ruote a terra. …. e intorno alle 13.24 UTC, ultima comunicazione TBT, per trasferire il controllo a Ginevra ACC dell’ultimo a/m civile ancora in contatto sulla 132.9 … verticale TOP/VOR”.

 

Nuovo giorno e speranze recondite

 

E’ finita bene; ma la giornata non finì qui: per chi iniziava il turno, alle 13.00 UTC, restava da assistere l’eventuale traffico a garanzia quale: militare, soccorso, emergenze e …….. E poi? Poi alle 23.00 UTC ci si incammina verso il “nuovo”; è ancora “buio” ma un brillio intenso di stelle, immaginario messaggero di un nuovo sorgere del sole di li a poco, infondeva speranza. E sarà un nuovo giorno; il primo nuovo giorno del nuovo lungo cammino verso una nuovo approdo ancora indecifrabile e coperto da copiosi strati di fuliggine; e tale resterà, ancora, per anni e anni.

Volendo completare “ il conoscere”si può consultare il sussidiario storico che ci ricorda quando ancora al Salario si vendeva dentifricio in viale dell’Università si disponeva in “appalto” le funzioni di manutenzione di apparati radar e correlati con cessione, trasferimento, smilitarizzazione del personale addetto; questo spiaggiamento in area civile fu predisposto e favorito da significative figure apicali della politica e della forza armata; operazione probabilmente necessaria e inderogabile ma che, di fatto, segna una considerevole perdita potenziale della casa madre; e tante polemiche. Poi cambia la casa, cambia la politica e cambiano gli apicali addetti e quelle funzioni appaltate verranno “ricomprate in toto”, circa quarant’anni dopo, dallo Stato per il tramite del braccio operativo legato all’assistenza al volo; braccio che oggi paga, e paga bene tutto e tutti; ma troppi non se ne avvedono. Com’è strana la vita: prima si paga per dare in l’appalto un servizio, poi si paga per riportare a casa il servizio appaltato. Reazioni? Distinguo? Perplessità? Costi? Opportunità? Sola cortina fumogena soporifera.

Ma la forza della speranza è vita, e quella che ti porti dentro, che ti anima e ti sostiene, è dettata dalla convinzione di non aver mai tradito il giuramento di fedeltà prestato alle istituzioni del nostro ordinamento nazionale, e sigilla ogni ipotetica avversità; il resto può anche essere un semplice contare per ricordare eventi chiacchierando: “Sciopero”??!! …. “Ammutinamento”??!! …. Movimenti! … Note caratteristiche !!!

…. ect. ect. ; uno scialo infinito di cose anche con apparente poca sostanza; non un arruffio disordinato di pensieri ma reali pensieri di un vissuto reale forse diversamente ordinato.

 

“… e tenete a mente questo ricordo, perché molti errano”. …. (il Guicciardini)

E, poi, sulla scia di ciò che custodisce ogni angolo nascosto del nostro essere, vale la pena sfogliare, ancora, le pagine dei Ricordi dello stesso Francesco: e sarà un “libro aperto”; e svelerà l’essenza del proprio ”IO”, oltre ogni barricata auto-protettiva. Sarà un tormento personale? Forse; ma, sarà immagine speculare di un’essenza umana impegnata, in proprio, a considerare le cose.

“Tutto quello che è stato per el passato e è al presente, sarà ancora in futuro; ma si mutano e’ nomi e la superficie delle cose in modo, che chi non ha buono occhio non le riconosce, ne’ sa pigliare regola o fare giudizio per mezzo di quella osservazione” “E filosofi e teologi e tutti gli altri che scrutano le cose sopra natura o che non si veggono, dicono mille pazzie: perché in effetto gli uomini sono al buio delle cose, e questa indagazione ha servito e serve più a esercitare gli impegni che a trovare la verità”

L’insufficienza della ragione, del venir meno delle normative, della regole e dei modelli e persino, al limite, una certa sfiducia nei confronti della stessa “discrezione”, è la riflessione con cui scegliere, con lealtà e coscienza professionale, il proprio futuro, coscienti delle responsabilità proprie. E’ quanto avvenne il 19 ottobre 1979: l’equivalersi della ragione e del suo contrario, fede o pazzia che lo si voglia definire. Non fu azione contro ogni ragione; fu azione spinta da spontanea ragione derubricata, con troppa superficialità dalle autorità preposte, a pretesa non ammissibie; e per “partito” preso; fu il “particulare” di una irrepetibile singolarità anche se i suoi cassetti erano pieni di incognite.

“Non si potendo ottenere le cose grande senza qualche pericolo, si debbono le imprese accettare ogni volta che la speranza è maggiore che la paura”.

E’ libera ogni varietà, libertà e arbitrarietà su ciò che ha caratterizzato quel giorno, anche se appariva, sin dall’inizio, incerta ogni verità del presente e sul futuro ( libera interpretazione e libero adattamento del “de futuris contingentibus non est determinata veritas”, usata dal Guicciardini ma attribuita ad Aristotele).

 

Certezze, dimenticanze e ricordi

 

Una cosa è certa: è mancata la capacità di attenzione di chi aveva il dovere, la responsabilità e la funzione di capire la necessità del “variare delle cose”; e la cosa continuò per decenni ancora.

Si può dire altro? Si: la “dimenticanza” è una cosa dolce come il riposo, ma si addice solo a chi considera il riposo unica soluzione; Il ricordo non è sugo del passato, è realtà viva, e leggere se stessi rimane sempre una opportunità positiva che da forza. Poi, da non dimenticare: ogni manifestazione in succinto, anche se non condivisibile e non conforme alle convinzioni proprie, necessita comunque una esplorazione suppletiva che evidenzia e contempla una riflessione e dei “GRAZIE” e, anche, una significativa dose di sana nostalgia; e aiuta a riflettere.

Poi giunge, inesorabile, anche il momento in cui il vecchio “abito” dei ricordi sgualcisce, ma non dimentica. “At parking area, switching off” … Game over.……….. quarant’anni dopo quell’ Ottobre lontano.

 

19 ottobre 2019

data inserimento: Sabato 19 Ottobre 2019


Segnala su:    Aggiungi 'Aerohabitat' a Live-MSN Aggiungi 'Aerohabitat' a FaceBook Aggiungi 'Aerohabitat' a Twitter Aggiungi 'Aerohabitat' a MySpace Aggiungi 'Aerohabitat' a OKnotizie Aggiungi 'Aerohabitat' a Wikio Aggiungi 'Aerohabitat' a Diggita Aggiungi 'Aerohabitat' a TuttoBlog Aggiungi 'Aerohabitat' a Del.icio.us Aggiungi 'Aerohabitat' a digg Aggiungi 'Aerohabitat' a NotizieFlash.com Aggiungi 'Aerohabitat' a Kipapa Aggiungi 'Aerohabitat' a Fai informazione Aggiungi 'Aerohabitat' a Pligg Aggiungi 'Aerohabitat' a Socialdust Aggiungi 'Aerohabitat' a Digo Aggiungi 'Aerohabitat' a Badzu Aggiungi 'Aerohabitat' a Technorati Aggiungi 'Aerohabitat' a Segnalo Aggiungi 'Aerohabitat' a ZicZac

segnala agli amici

aerohabitat
 
 
 
Monopolio AeCI Aeroporto Venezia Art. 707 CdN Attentato Aviosuperfici Catullo EASA Emergency Impatto acustico Lavori in pista Risk assessment Ultraleggeri "118" 100 Compagnie 120 metri 13 km 16.300 16300 voli 17 Stormo 2002/49 CE 22.500 2250 kg 240 metri 300 mila/litri 31 Stormo 40 ANNI DOPO 46 Aerobrigata 46° Aerobrigata 60 Lva 60 decibel 65 decibel 65 Lca 65 Lva 65 dbl 65Lva 70 Lva 707 CdN 72° Stormo 75 La 75 Lva 75Lva 8 ottobre 2001 A 300 A 310 A 319 A 320 A 321 A 340 A 345 A 346 A 350 A 350 B3 A 380 A. Spessotto A.M.I. A320 AAIB AB 205 AB 206 ABD AIRPORT SpA ABeM AC ACI ACI Europe ACRP AD ADA ADP ADR ADS ADS-B ADUC AEA AEDES AEDT AERTRE AERTRE Comitati cittadini AESA AF 447 AGCM AGCOM AI Space AIA AIP Italia ALPA ALberghi AMI AMS AMSV AMX AMbientem Sottosuolo e suolo ANA ANAC ANASE ANAV ANCAI ANCI ANPAC ANPAV ANSC ANSV ANSV Safety ANSV; AeCI ANSV; Comitati ANSV; ENAC ANSV; Personale di volo ANSV; Ultraleggeri AOC AOPA APE APP APR APR. ENAC APR; Incidenti APT 26 APT 26A APU ARPA ARPA Lazio ARPA Lombardia ARPA Piemonte ARPA Veneto ARPAL ARPAS ARPAT ARPAV AS 350 AS 350 B3 AS315 Lama AS350 ASI ASL ASNV ATA ATC ATC Batter ATC Control ATC Milano ATI ATIS ATM ATM 07 ATR 42 ATR 42-500 ATR 72 ATS ATSB ATZ AUSL AV-88 Harrier AVCP AVES AVES Vega AVRO AVRO J85 AVifauna AW 109 AW 139 AW 609 AW119 AWHERO AZ 568 Aasaeroporti Ab 212 Abilitazione Abort take off Abruzzo Abu Dhabi Abuso d'ufficio AcDI Accoglienza Accordi Programma Accordo di Programma Acquacoltura Acque reflue Acrobazia Acustico Adana Addizionale Comunale Adiconsum Adusbef AeCI Aeobasi Aer Adria Aeradria Aerei Pilotaggio Remoto Aerei a pilotaggio remoto Aerei acrobatici Aerei arzilli Aereo critico Aereo riferimento Aereoporti Aermacchi Aermacchi 339 Aermacchi 346 Aermachi 339 Aero Club Friulano Aero Club Italia Aero Commander 520 AeroGaviota Aerobase Aerobase Comani Aerobase Latina Aerobasi Aerobasi; Mozioni Aerocampi Aeroclub Aeroclub Far East Aeroclub Friulano Aeroclub Italia Aeroclub. AeCI Aerodorica Aeroflot Aerohabitat Aerolinea Aerolinee Aeromexico Aeromezzi Pilotaggio Remoto Aeromobili Aeromodelli Aeromoili Pilotaggio Remoto Aeronautica Militare Italiana Aeronautica Italiana Aeronautica Militare Italiana Aeronautica militare Aerooorti Aeroporo Bergamo Aeroporo Capodichino Aeroporti Aeroporti Calabria Aeroporti Campani Aeroporti Militari Aeroporti Regionali Aeroporti Romani Aeroporti Sardi Aeroporti Toscani Aeroporti Toscano Aeroporti del Garda Aeroporti di Puglia Aeroporti interesse nazionale Aeroporti minori Aeroporti pericolosi Aeroporti siciliani Aeroporti strategici Aeroporto Aeroporto Firenze Aeroporto A. Canova Aeroporto Alghero Aeroporto Ancona Aeroporto Avana Aeroporto Bergamo Aeroporto Bologna Aeroporto Bolzano Aeroporto Boufarik Aeroporto Brescia Aeroporto Bresso Aeroporto Brindisi Aeroporto Cagliari Aeroporto Canova Aeroporto Capodichino Aeroporto Caselle Aeroporto Catania Aeroporto Catullo Aeroporto Ciampino Aeroporto Comiso Aeroporto Crotone Aeroporto Duca D'Aosta Aeroporto FVG Aeroporto Firenze Aeroporto Fiumicino Aeroporto Fontanarossa Aeroporto Forlì Aeroporto Forli Aeroporto Francoforte Aeroporto Gatwick Aeroporto Genova Aeroporto Gorizia Aeroporto Grazzanise Aeroporto Jacksonville Aeroporto Khartoum Aeroporto Lamezia Terme Aeroporto Lampedusa Aeroporto Linate Aeroporto Malpensa Aeroporto Messina Aeroporto Montichiari Aeroporto Mosca Aeroporto Moscardini Aeroporto Napoli Aeroporto Nizza Aeroporto Ordu Aeroporto Orio al Serio Aeroporto Palermo Aeroporto Pantelleria Aeroporto Parma Aeroporto Peretola Aeroporto Perugia Aeroporto Pescara Aeroporto Pisa Aeroporto Reggio Calabria Aeroporto Rimini Aeroporto Ronchi Aeroporto Ronchi dei Legionari Aeroporto Salerno Aeroporto Sheremetyevo Aeroporto Tessera Aeroporto Torino Aeroporto Trapani Aeroporto Treviso Aeroporto Trieste Aeroporto Urbe Aeroporto Venezia Aeroporto Verdi Aeroporto Verona Aeroporto Viterbo Aeroporto d'Amalfi Aeroporto dei Parchi Aeroporto del Parchi Aeroporto dell'Aquila Aeroporto dello Stretto Aeroporto di Bresso Aeroporto di Cagliari Aeroporto in mare Aeroporto sbagliato AeroportoTrieste Aeropoto Venezia Aeroproti Aerostato Aerostazione Aerostazioni Aerotaxi Aerotoxic Syndrome Aerovie Aerporti Aerroporti Aertraining Afragola Agenzia di Tutela della Salute Agrigento Agusta Agusta 109 Agusta Bell Agusta Westland AgustaWestland Aintitrust Air Algerie Air Berlin Air Canada Air Canada 759 Air Cargo Air Collision Air Dolomiti Air Force Air Force 1 Air Force Italy Air Force One Air Force Thunderbirds Air Frace Air France Air France 447 Air Italy Air Navy Air One Air Press Air Riminum Air Serbia Air Side Air Space Air Traffic Control Air Vallee Air crash Air noise Air show AirAsia AirHelp AirRiminum AirZest Airbase Airbus Airbus 220 Airbus 220/300 Airbus 230 Airbus 300 Airbus 319 Airbus 320 Airbus 320-200 Airbus 321 Airbus 330 Airbus 330 Alitalia Airbus 330-300 Airbus 332 Airbus 340 Airbus 340-451 Airbus 340-500 Airbus 340-541 Airbus 340-541. Aereo Presidenziale Airbus 350 Airbus 380 Airbus 400M Airbus 500-900 Airbus Industries Aircrash Aircrew Airgest Airiminum Airitaly Airlabs Airline Aironi Airprox UK Airshow Airside Airspace Airworthiness Directive Aiuti di Stato Ajax Al Quwwat al-Jawwiya al-Jaza'eriya Ala rotante Albertini Alcool Alenia Alert Alert ULM Alert ULM. Ultraleggeri Alert VDS Alert laser Alessandro Manera Alghero Ali Nettuno Ali e coda Aliante Alianti Aliblue Malta Alisarda Alitalia All Nippon Allagamenti Allarme Allarme droni Allevamenti ittici Allevamento pesci Allevamento trote Allianz Allianz Assicurazioni Allungamento pista Allungamento piste Aloha Airlines Alpagu Alpi Svizzere Alta Velocità Alta tensione Amazon Ambasciata USA Ambiente Ambrosetti Amedeo d'Aosta Amendola Amerigo Vespucci Amianto Aminato Ammaloramento Ammaraggi Ammaraggio Amministrazioni Comunali Ampliamento Ampugnano Amsterdam Anacna Analisi epistemologica Analisi tossica Ancona Andrea Cascella Andrea Vallascas Andrea Zanoni Anidride carbonica Annesso XIV Annex Anonymous Antenne Anti Ice Anti droni Anti icing Anticorruzione Antigelo Antighiaccio Antiicing Antincendio Antitrust Antonella Litta Antonio Bordoni Antonio Canova Antonov Antonov 12 Antonov 148 Antonov 24 Antonov 26 Antonov 26B Antonov 32 Antonov AN 12 Apache Api Apnea Appalti Appalto Apple Appontaggio Apron Aquila Aquino Area ATA Arezzo Arianna >Spessotto Arianna Spessotto Arsago Seprio Art Art 58 Art 700 Art 711 Art 715 CdN Art. 707 Art. 707 CdN Art. 709 CN Art. 710 Art. 711 Art. 711 CdN Art. 715 Art. 715 CdN Art. 802 CdN Artificieri Arzilla Arzilli Arzillo Asbesto Asbestos Aseman Airlines Asfalto Asiago Asiana Asiana Airline Asiana Airlines Asili Asor Rosa Assaereo Assaeroporti Asse terrestre Assemblea Assicurazione Assicurazioni Assistenti di volo Assoaeroporti Assoavio Associazione Associazione Colognola per il suo Futuro Associazione VAS Prato Associazione diritti utenti e consumatori. Associazioni Assoeroporti Assoutenti Atitech Atlantia Atmosfair Attacchi cibernetici Attentati Attentato Atterra pista sbagliata Atterraggio Atterraggio emergenza Atterraggio in emergenza Atterraggio pesante Atterraggio senza carrello Atterraggio sulla pancia Attestati al volo Attestato Attestato al volo Attività sensibili Atto terroristico Autismo Autocostruito Autogiro Automation Automation desk Automatismi Automazione Autorità AntiCorruzione Autorità Garante Concorrenza Autorità Nazionale AntiCorruzione Autostrade Avannotti Avaria carrello Avaria idraulica Avaria motore Avaria pressurizzazione Avaria radio Aviano Aviapartner Aviation Environmental Design Tool Aviation Safety Network Aviation System Aviation Tpocis Aviation topics Aviazione Commerciale Aviazione Generale Aviazione civile Aviazione generale Aviazione leggera Aviazione turistico sportiva Aviofuel Aviolancio Aviomar Aviosupefici Aviosuperci Aviosuperficci Aviosuperfice Aviosuperfici Aviosuperficie Avola Avosuperfici Avro RJ85 Avvisi garanzia Avviso incendio Avvistamento Azienda Spaziale Italiana Aziende Incidente Rilevante Azzano Azzano San Paolo B BA 727 BAA BALPA BAPLA BAe 146 BEA BRI BRI² BRI2 BRexit BSCI BSCI-ENAC Bacini di traffico Bacino Calabria Bacino Nord Ovest Bacino di Bacino di traffico Bacino di utenza Bagagli Bagagli a mano Bagagli in stiva Bagagli incustoditi Bagnatica Baku Balance approach Balck Hawk Balzello Bandi Gara Bando ENAC Bando di Gara Barack Obama Barak Barcaroli Bardarbunga Bari Bari Palese Barra Barriera del suono Barriere Barriere antirumore Basi Basilea Bassa tensione Bassa visibilità Batterie Batterie Litio Batterie al Litio Battistoni Becco dell'Aquila Bedex Bedizzole Beech 200 King Beechcraft 33 Belle Air Belluno Belly landing Belpaese Benetton Benzina Bergamo Bergamo Orio al Serio Berlino Bernardino Bosello Bersani bis Bicocca Bidstrike Biella Biglietti Biglietti aerei Biglietto Bimotore Bio fuel Biocarburante Biofuel Bird strike Birdstrike Birdstrike Risk Index Birdstrike.it Birdstrile Birdstrke Committee Birdtrike Birdtrsike Birgenair 301 Birgi Birmania Birstrike Black List Airline Black list Blame Culture Blocco aterra Blocco spazio aereo Blocco voli Blos Blu Express Blu Panorama Blue Angels Squadron Blue Panorama Blue ice Body scanner Boeing Boeing 707 Boeing 727 Boeing 737 Boeing 737 800 MAX Boeing 737 8BK Boeing 737 NG Boeing 737-200 Boeing 737-400 Boeing 737-700 Boeing 737-800 Boeing 737-800 Max Boeing 737-MAX Boeing 740-400 Boeing 747 Boeing 747 - 400 Boeing 747 Cargo Boeing 757 Boeing 757-200 Boeing 767 Boeing 767 - 300 Boeing 767-300 Boeing 777 Boeing 777-200 Boeing 777-300 Boeing 787 Boeing 787-800 Boeing B 17G Boeing777 Malaysia Airline Bolgiano Bologna Bolzano Bomba a bordo Bomba day Bombardier Bombe Bombe belliche Bombe inesplose Bombe nucleari Bome belliche Bome inesplose Bonifica Bordano Borgo Cariola Boscomantico Bosello Boze Bozen Brain Istitute Brescia Bresso Bretella ferroviaria Brevetti Brevetto Brian Power-WAters Bridge Brina Brindisi British Airways British Medical Journal Bruno Barra Bruno Franchi Buffet onset Buffett onset Buk Telar Bulgarian Air Charter Burano Business Business City Business class Businessplan C C 130 C 130 J C 130H C 130J C 27J C-130 C-152 C02 C130J CAA CAA New Zealand CAAP CAEP CAI CANT 10 CDA CDM CDP CENSIS CFM 56 CFM56-7B CGA CH-53E Super Stallion CIG CISA CL 145 CNOSSOS-UE CNR CO CO 2 CO2 COA COMAIR COVEST CRDA CRI CRIAAC CRJ 200 CSA CTR CTU CUV CWY Ca Noghera Caccia Cacciabombardiere Cacciabombardieri Cagliari Cagliari Calcio Cagliari Helmas Caldato Camera dei Deputati Camera del Commercio Camere di Commercio Cameri Camion Campalto Campania Campi di volo Campionato Europei calcio 2016 Campo di volo Campoformido Canada Canada DHC 2 Canada DHC 3 Canadair Cancellazione Cancellazione voli Cancellazioni Cancelli Rossi Cancro Canguri Cannoncini Cannoni a gas Canova Cantone Caorle Capacità pista Capitanerie di Porto Capitolo 2 Capitolo 3 Capitolo 4 Capitolo2 Capodichino Capodimonte Capoterra Captain X Carabinieri Caravaggio Carburante Carburante avio Carburanti alternativi Cardi Cargo Cargo City Cargo hub Carico antropico Cariola Carlo Ghilardi Carlo Landi Carnia Carpatair Carrai Carrello Carrello bloccato Carrette Carrette dei cieli Carrette del cielo Carta Ostacoli Casalecchio Casalnuovo Casavatore Caschetto protettivo Casco Case Nuove Caselle Caselle Torinese Caserma Serini Casorate Casorate Sempione Casoria Cassa Depositi Prestiti Cassa Integrazione Guadagni Cassa integrazione Cassazione Castenedolo Catania Catania Catanoso Catchment area Categoria 4 Categoria A Catullo Catullo Spa Cavi alta tensione Cavi tranciati Ccatchent area Ccatchent areaAeroporti CdN Cedimento semicarrello Cedra Cellino Cellule solari Cenere vulcanica Ceneri vulcaniche Censimento Centrali nucleari Centralina Centraline Centraline di monitoraggio Centri commerciali Centro commerciale Cerberus Cernusco sul Naviglio Certificato di Aeroporto Certificazione Certificazioni Cessione Cessna Cessna 650 Cessna 150 Cessna 152 Cessna 172 Cessna 182P Cessna 208 Caravan Cessna 208B Cessna 210 Cessna 414 Cessna 441 Cessna 501 Cessna 640 Cessna 650 Cessna C 210 Cessna Citation Cessna Trigoria Challenger CL 604 Chapter 4 Check in Check point Check-in Cheetah Chetak Chi l'ha visto Chpater 3 Ciampino Cielo infinito Cigni Cimadolmo Ciminiere Cimiteri Cimitero verticale Cina Cinghiali Circolare APT 17 Circolare APT 33 Circolare Apt 26 Cirrus 20 Cirrus 22 Cirrus SR 22 Citation III Città Metropolitane Cittadella Cittadini City Airport City Liner City Regione Abruzzo Ciulli Clandestini Classifica Classifica aeroporti Classifica aeroporti peggiori Classificazione acustica Classificazione acustica comunale Claudio Calenda Claudio Eminente Clearway Climatologia Close in Club Areo Far East Campoformido Co branding Co maketing Co markeing Co-marketing Ryanair Co-marleting Coccia di Morto Cockpit Coda di cristallo Codacons Codice Rosso Codice della Navigazione Codice della Strada Codice di Navigaziome Codice di Navigazione Cold Case Collisione Collisione a terra Collisione in volo Collisioni Colognola Colombacci Colombia Colosseo Com.te Bosello Com.te Dentesano Com.te Renzo Dentesano Comandanti Comiso Comisssione aeroportuale Comitati Comitati Comitati cittadini Comitati no-fly-zone Comitati; Pagliano e Gori Comitati; Ricorso Comitato Comitato Aerei Varallo Pombia Comitato Aeroporto Treviso Comitato Ciampino Comitato Cittadini Varallo Pombia Comitato Colognola Comitato Fuoripista Comitato No Fly Zone Comitato Varallo Pombia Comitato cittadini Comitato cittadini TV ComitatoaeroportoTV Comitti Commander Commisione UE Commissari Alitalia Commissario Commissione Commissione Acustica Commissione Aeroportuale Commissione Trasporti Commissione UE Commissione VIA Commissione aeroportuale. Smart City Commissione aeroportuale.ENAC Commissione aeroportuali Commissione aeroprotuale Commissione di Valutazione Impatto Ambientale Commissione europea Commissioni Commissioni Aeroportuali Commissioni Parlamentari Commissioni aeroprotuali Como Compagnie aeree Compagnie tradizionali Compatibilità Compensazioni Competizione Complementare Computer Comte Bosello Comune Bologna Comune Ronchi dei Legionari Comune Signa Comune di Gorizia Comune di Milano Comune di Treviso Comuni Comuni aeroportuali Comunicati Comunicato Concessione Concessione ventennale Concessioni Concorrenza Cond Case Condizioni avverse Condizioni meteo avverse Confederazione Svizzera Conferenza Regioni Conferenza dei Servizi Conglomerato bituminoso Congo Connelly Consiglio Amminsitrazione Consiglio di Stato Consorzio Urbanistico Volontario Contagio Contaminazione Contaminazione carburante Continuità Territoriale Continuità territoriali Contratti di lavoro Contratti di programma Contratto di programma Contributi Contributi previdenziali Contributi pubblici Controlli Controllore Controllori ATC Controllori di volo Contromano Convegni Convegno Convertiplano Cooperative Coordinamento Comitati della Piana Coordinamento Piana Prato Pistoiia Coordinamento dei Comitati di Prato e Pistoia Copasir Coppi Coppi volanti Core Network Corpo Forestale Corrado Passera Correlazione Corriere della Sera Corrosione Corruzione Corsia Emergenza Corte Costituzionale Corte Giustizia Europea Corte Giustizia UE Corte UE Corte dei Conti Corte di Giustizia Corteo Corto medio raggio Corto raggio Corto-Medio raggio Corvus Phantom RG Costi operativi Costo euro/passeggero Cottarelli Crac Alitalia Cracks Crago Craig Whitlock Crash Crash risl Crew Crinature Crisi Cristian Flechter Croce Rossa Italiana Crotone Cuarnan Cuneo Curve di isorischio Curve di isorischio; Aeroporti Curve isofoniche Curve isorischio Cyber Attacks Cyber attack Cyber intelligence Cyber security Cyberattacks Cybersecurity D DAGC DC 3 DC 9 DC 9 30 DC3 DC9 DDL DEF 2012 DHC-2 Beaver DHC-6 DHC-8-402Q Dash 8 DJI DM 31-10-97 insiteriali DM 6 agosto DSB Dal Molin Danni cardiovascolari Dante Faraoni Dario Nardella Dario Romagnoli Darwin Airline Dash 8 Dassault Dati di traffico Dati di traffico 2015 De Ice De Icing De Lorenzis De Lorenzis Diego De Seta De snowing De-icing Deborah Serracchiani Decessi Decibel Decolli Decolli antirumore Decollo Decollo abortito Decollo antirumore Decompressione rapida Decreti Ministeriali Decreto Decreto Bersani Decreto Legislativo 17 febbraio 2017 n. 42 Decreto Lupi Decreto Ministeriale Decreto Presidenziale Deicing Delfino Delocalizzazioni Delta Airlines Deltaplano Demanio Demanio Militare Demolizione Demolizioni Dentesano Denuncia Depositi Depositi avio Depositi carburante Deposito Deposito avio Deposito carburante Depuratori Deroga Deroghe Detect and avoid Detector Di Giacomo Dia 20 Diagnosi medica Diamond Diego De Lorenzis Difesa Diffida Dimostrazione Diossina Direttiva Direttiva 2002/30 Direttiva 2015/996 Direttive Direttive AD Dirigibile Diritti aeroportuali Diritti d'imbarco Diritti di imbarco Diritti di traffico Diritti imbarco Diritti sindacali Dirottamenti Dirottamento Disabili Disastro aereo Discarica Discarica Siberie Discariche Disinnesco Dismissioni Disorientamento spaziale Dissequestro Disservizi Dissesto Distaccamento Distacco pannello Distacco ruota Distacco ruotino Distant Distributore benzina Distributore di benzina Distributori Distributori benzina Distributori di carburante Divieti Divieto Divieto ai voli Divieto al volo Divieto decolli Divieto imbarco Divieto notturni Divieto notturno Divieto voli Divieto voli notturni Divise Donesk Donne Ambientaliste Dornier 228-201 Dragon Fly Dreamlifter Dreamliner Drenaggio Droga Drone Drone Wars Droni Dronitaly Dubai Duca d'Aosta Due piste Dune Durango Dutyflightime E dreams EAC EADS EADT EAER EASA EASA; ANSV EASA; FAA EAafety Raccomandation ECA ECAC ECCAIRS EDMS EEA EGNOS EGNOS Sol EMAS EMAS. Strip EMS EMSA ENA ENAC ENAC Sussidi ENAC; ANSV ENAC; AeCI ENAC; Piano di Rischio aeronautico ENAV ENAV Accademy ENEL ENIT ERJ ESA ETFMS ETS EU EXPO 20015 East River Easy Jet EasyJet Ebola Ecoreati Ecotassa Effetti collaterali Effetto serra Egyptair Egyptair A 320 Egyptair Airline Egyptair MS804 Elams EliOssola Eliambulanza Elibasi Elicotteri Elicottero Eliporto Elisoccorso Elisuperfici Elitellina Elmas Embraer 145 Embraer 175 Embraer 190 Emendamento Emergency Emergency AD Emergency Airworthiness Directive Emergenza Emergenza carburante Emergenze Emiliano Emirates Emirates Aerline Emirates Airline Emissione fumi Emissione gassose Emissioni Emissioni acustiche Emissioni ambientali Emissioni elettromagnetiche Emissioni gassose Emissioni in atmosfera Emissioni inquinanti Emissioni sonore Enav Academy Energia solari Engineered Materials Arresting System Engineered Materials Arresting Systems Engineering Materials Arresting System Enhanced Tactical Flow Management System Enstrom 480B Ente Fiera Enti Locali Enti Pubblici Eolico Equa ripartizione Equipaggi Errore consapevole Errore intenzionale Errore umano Eruzione Eruzione vulcanica Esenzioni permanenti Esenzioni temporanee Esercenti Esercitazione Esercitazioni Esercitazioni interforze Esercito Esibizioni Esonerati Esplosione Esplosione Trigoria Esplosione batterie Esplosione fan Esplosione in decollo Esplosione in volo Esplosione motore Esplosione serbatoi Esposti Esposto Estensione carrello Esterino Montino Esyjet Eternit Ethiad Ethiad Airlines Etihad Etna Eurnekian Eurocontrol Eurocontrol ENAV Eurocopter Eurocopter AS 350B2 Eurocopter AS.350B-3 Eurofighter European Environment Agency (EEA) European Maritime Safety Agency Europilote Eurowings Evacuazione Evacuazione controllata Evacuazione emergenza Evacuazione incontrollata Executive Extra 300 Extra costi Extra tassa Extra voli Eyjafjallajokull F 100 F 104 F 15 F 16 F 18 F 22 F 35 F-2000 F-35 F-35 Lightning II F-PILI F/A 18 F2000 F2i F35 FAA FAA. ENAC FAI FAS FASTWEB FBI FDO FIC FILT FILT CGIL FIR FISH FIVL FIVU FOD FRAIT FSF FVG Fairchild 226 Falchi Falco Accame Falcognana Falcon 50 Falcon 7X Falconeria Falde Falde acquifere Falde idriche Fallimento Falsi allarmi Falso allarme Falso glide Fassina Fattore A Fattore umano Fauna Federal Administration Authority Federation of American Scientists Federico Fellini Federico Fellini Fel surcharge Fellini Ferie Fermo a terra Fermo flotta Fermo velivoli Ferretti Fertilia Final Report Finanziamenti Finmeccanica Fiorentina Fiorentina Calcio Fire retardant foam Firenza Firenze Fiume Il Sile Fiume Sile Fiumicino Fiumicino.Monopolio Flame out Flight Recorder Flightradar24 Flotta Flotta Airbus 320 Flotta Boeing 787 Flotta Civile Commerciale Flotta F 35 Flotta aerea Flotta arzilla Flotta italiana Flotta low cost Flotta militare Flotta rottamata Flotta vetusta Flotte aeree Flotte arzille Fly Jamaica Fly by Fly over FlySevus Focene Foggia Fokker 100 Fokker 27-500 Fokker 50 Fondo volo Fonometri Fontanarossa Fonte attrattiva Fonti attrattive Fonti inquinanti Foppolo Forlì Forlanini Forli Forteza Volante Forze Armate Franchi Franchigia Francoforte Fraport Fratture Cracks Frecce Tricolori Freccia Rossa Free Flight Free Route Airspace Free flight-route Fregene Frequenza Friuli Friuli Venezia Giulia Frosinone Fue dumping Fuel Fuel Tank Fuel Tanks Fuel contamination Fuel dumping Fuel economy Fuel policy Fuel remaining Fuel surcharge Fuelavio Fuggitivo Fuliggine Fulmini Fumo Fumo a bordo FuoriPista Fuoricampo Furbara Furti G 91 GAO GB Pastine GE GIP GOA GPIAAF GPS Gabbiani Gabbiano Galaxi Galaxy Galeazzo Bignami Galilei Galileo Galilei Gallo Sultano Gamberale Gara appalto Gara d'appalto Gas Serra Gate Gateway Gatwick Gemona del Friuli General Electric General Electric Engine Generale Roberto Nordio Genova Genova Sestri Geologico Germanwing Germanwings Gesac Gestione Gestione lamentele Gestioni aeroportuali Gestori Gestori aeroportuali Geyger Ghedi Gheppi Gheppio Ghiaccio Ghiaccio blu Giacarta Gianfranco Ciulli Ginevra Gino Lisa Giorgio Brandolin Giorgio Gori Giotto Giovanni Modugno Girotto Giubileo Giuseppe Daniele Carabba Giuseppe Leoni Glass cockpit Glicole Gomme scoppiate Goran Lilia Goran Svensson Gorizia Governo Governo Italiano Graded Area Graduatoria vettori Gran Sasso Grandine Grassobbio Graziano Del Rio Graziati Grazzanise Green Fuel Greenreport Greiser Grifoni Grimsvotn Grosseto Grottaglie Ground noise Gubitosi Guerre stellari Guidonia HC Hacker Haller Handicap Handler Handling Hans Kristensen Hard Landing Hazard Hazard identification Heatrhrow Heavy Heavy showers rain Helios Airways Helmas Hercules Hermes 900 Heron 1 Holzer Hostess Hotel Houston Huamn fators Hub Hudson Human cator Human error Human factor Human factors Human fators Hyena Hyplane I - TIGI I-GPES I-LUPU I-TALY I-TIGI I-UASC IAC IATA IATA; CO 2 IBAR ICAO ICAO 1 ICAO 13 km ICAO 2 ICAO A ICAO B ICAO; ENAC IFALPA IFTS IGLA IL 76 ILS ILS II ILS-Z ILVA INAIL INGV INM INM. Delocalizzare INPS IPhone 7 IRESA IRI ISDE ISIS ISS ITS IUAV Iberia Ictus Idrocarburi Idroplani Idrovolanti Il Cervello infinito Ilyushin Il-76 Imbarco prioritario Immigrati Immobili ImpaColognolatto acustico Impattio acustico Impatto acustico Impatto acsutico Impatto acustica Impatto acustico Impatto ambientale Impatto ambientale.ENAC Impatto atmosferico Impatto droni Impatto gassoso Impatto globale Impatto volatili Impianti biomasse Impianti ittici Imposta Regionale Emissione Sonore Aeromobili Imposta Regionale Emissioni Sonore Imposta Regionale Emissioni Sonore Aeroportuali Imposta Regionale Rumore Aereo Imposta acustica Imposta ambientale Imposta imbarco Imposta passeggeri Imposta passeggero Imposta rumore Imposta rumore aereo Imposte Imposte aeroportuali Imposte passeggeri Imposte rumore Imppato acustico Impronta acustica Imputazioni Inabissa Inabissato Inadempienze Inaer Incdenti Incendio Incendio batterie Inceneritori Incentivazione Incentivi Incentivi ai voli Incentivi al volo Inchiesta Inchieste Inchieste ANSV Inchieste di sicurezza Incident Incident databse Incidente Incidente aereo Incidenti Incidenti 2017 Incidenti AeCI Incidenti irrisolti Inconveniente Inconveniente grave Inconvenienti Inconvenienti gravi Indagine Indagine epidemiologica Indennizzi Indice affollamento Individual Risk Individul Risk Infezioni Infrazione Infrazione UE Inicdente Inicdenti Inottemperanze Input Inquinamento acustico Inquinamento aria Inquinamento atmosferico Inquinamento gassoso Inquinanti Inquinanti primari Inquinanti secondari Insubria Integrazioni Intercettamento Interferenze Interim Report Interpellanza Interpellanze Interrogazione Interrogazioni Interruzione decollo Inversione di spinta Investigatori Investigazione Investigazioni Ipertensione Ipossia Iran Iran ATR 72 Iran Air Islanda Isofoniche Isola Isola Elba Isola Lussino Isola artificiale Isola sull'acqua Isole Isole sull'acqua Isorischio Ispettorato Aeronautica Militare italiana Ispezioni Ispra Istituto Superiore Sanità Istituto Superiore Sanita Istrana Italia Nostra Italian Airlines Italian Airways Italian Safety List Itavia Itavia 870 Itticoltura Itticolture Ittiocoltura Izp Technologies JAA JP1 JP4 JSF Jet Jetfuel Joe Tacopina Joint Strike Fighter-F35 Joint Strike Fighter Jumper Jumping Junkers Jurong Aviation Park Just culture KC 130 KLM KMPG Kagu Kamikaze Kanck Kansai Karman Kathmandu Kilfrost Killfrost Kilotoni King Air Kite surfer Kobe Kpmg Kyoto L-410 LMA LMI-2933 LOT LTO La Comina La Repubblica La Sapienza La Tuscia Ladispoli Laguna Lagune Lamezia Terme Lancio Land side Landside Laptop Laser Laser verde Laser verdi Latina Laura Puppato Lavariano Layout Lazio Lden Ldnight Learjet 45 Lega Ambiente Lega Nord Legambiente Legge 447/95 Legge 58 1963 Legge Stabilità Leggi ambientali Leonardo Leonardo da Vinci Lepri Leq Let 410 Libero mercato Libia Libro Bianco Licenza Licenze Light Lightning II Lignano Lignano Sabbiadoro Limitazione ostacoli Limitazioni ostacoli Limite voli Limiti di pista Limiti di volo Linate Linate 2001 Linate 8 ottobre Lintae 2001 Linzone Lion Air Liquidi Lista nera Lista nera UE Litio Litorale Romano Liuzzi Livello safety Livingstone Lnd Lnight Lockheed Lockheed Martin Lodi Lodovico Sonego Lombardia Lonate Pozzolo Londra Londra Heathrow Long range Los Angeles Los Roques Low cost Low cost Low fare Low fuel quantity Lufhtansa Technik Lufthansa Luke afb Lunghezza Pista Lungo raggio Lupi Lva M 345 M 345 HET M 346 M-345 M5S MAC MAG 1 MAK MATT MB 326 MB 339 MB 346. AMI MCR R 180 MD 80 MD 80. Frecce Tricolori MD 82 MD 83 MD 87 MD80 MD83 MDA MEL METAR MH 370 MH17 MH370 MIT MMI MQ 9 Reaper MUOS Macao Maccarese Macron Madeira Madorli Magazzino bagagli Mahesh Panchavaktra Maison lumiere Malagrotta Malaisya Airlines Malasya Airlines Malasyan Airlines Malattia mentale Test psicologici Malaysia Airline Malaysia Airlines Malaysian Airlines Malignani Malla acustica Malore comandante Malori Malpella Seta Malpensa Mancata collisione Mandalay Manifestazione Manifestazione aerea Manifestazioni aeree Manufatti Manutentori Manutentori aeronautici Manutenzione Mappa Mappa acsutica Mappa acustica Mappa acustico Mappa ambientale Mappa dei vincoli Mappa di rischio Mappa gassoso Mappe acustiche Mappe di Vincolo Mappe vincoli Mappe vincolo Marchi Marco Polo Marconi Marconi Express Marghera Marina Marina Italiana Marina Japan Marina Militare Marina Militare Italiana Marina USA Marina di Campo Marine Marines Air Corps Marino Maristella Caldato Massimo Giannini Master Plan MasterPlan Masterpla Masterplan 2030 Masterplan dimezzato Masterplan. VIA Masutti Materiali pericolosi Matrice del rischio Matrice rischio Matteo Renzi Matteoli Maurizio Catino Maurizio Lupi Mauro Moretti Mauro Pili Mayday Mayday fuel Mediatore Europeo Medio raggio Mediobanca Meditteraneo Medium Melanoma Mensanello Mercafir Mercato Merce pericolose Mercurio Meridiana Meridina Merina Merna Merpati Mesotelioma Messa a terra Messo a Terra Metal detector Meteo Meteo avverse Meteorologia Mezzi a pilotaggio remoto Mezzi pilotaggio remoto Mezzo a pilotaggio remoto Microfessure Microfoni Microfono Mid air collision Mig 29 Milan Milano Milano ACC Minerva Miniliner Minimum fuel Minimun Equipment List Ministeri Ministero Ambiente Ministero Difesa Ministero Infrastrutture Ministero Infrastrutture e Trasporti Ministero Interno Ministero Trasporti Ministero Trasporti e Ambiente Ministero dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture Ministri Ministro Ministro Costa Ministro Del Rio Ministro Infrastrutture Ministro Trasporti Ministro Trenta Minniti Mirage Mirage 2000 Missed collision Missile Missili Missili Nike Mistero Mistero di Ustica Mistral Air Mitigazione Mitigazioni Molo D Monaco Monaco di Baviera Moncenisio Moncucco Vische Monfalcone Mongolfiera Mongolfiere Monitoraggio Monitoraggio acustico Monitoraggio cenere Monopolio Monossido di carbonio Montagna Longa Monte Nambino Monte Serra Montezemolo Monti Monti dell'Ortaccio Montichiari Monzuno Motoalianti Motore Motori Movimenti Movimenti aerei Movimento 5 Stelle Moxy Mozione Mozioni Multa Myair NAC NADP NADP 1 NADP 2 NAPD NAPD 1 NAPD 2 NASA NATO NEOS NH 500 NH-500B NO AMX NOTAM NOx NSA NTSB Nanomateriali Nanotecnologie Nantes Napoli Napoli Capodichino Narcotraffico Nave Borsini Navetta Navy Seals Near collision Near miss Near missed collision Near misses Nettuno Network Neve New Livingston Nicola Bianchi Nicola Zaccheo Nicolo Romano Nike Nimby Nimis Niscemi No Flight Zone No Frills No drone zone No fly zone No raddoppio No-fly-zone Noise map Noise tax Nomisma Nomisna Norman Doidge Norwegian Air Norwegian Air Shuttle Norwegian Airlines Note 7 Novegro Nuclear Information Project Nuke Nuova pista Nuove rotte Nuovi aeroporti Nuovo stadio O Leary O'Leary OCSE OMS ONG OPEC Oasi naturalistiche Obama Olbia Olivi One Sky One Work Onework Oneworks Oneworld Onlit Open Sky Operatore di sistema Operatori Operazione Bridge Operazione Cargo Operazione Mare Sicuro Operazioni de-ice Ordigni Ordigni bellici Ordigni esplosivi Ordigni inesplosi Ordinanza Ordinanza ENAC Ordini Ore di servizio Orio Center Orio a ò Serio Orio al Serio Orio al Srerio Orsoni Ospedali Osservazioni Osservazioni VIA Osservzioni Ossidi Azoto Ossidi di zolfo Ostacoli Ostacoli alla Navigazione Ottawa Overrun Overshoot Ozono P 2.5 P 92 P 92 JS P92 PA 18 PA 32 PAA PAN PASQA PC PEA PEE PFC PGT PIL PM 10 PM 2 PM 2.5 PMx PNA PNA; ENAC PNL PRA PSA PSZ Paesaggio Pagamento tariffe Paino Strategico Aeroportuale Paino di Rischio Paino di rischio aeronautico Pakistan International Airline Pala eolico Palais Lumiere Palermo Palette Paltop Pannelli forovoltaici Pannelli fotovoltaici Pannelli solari Pantelleria Panthera Paolo Gentiloni Paolo Nicolò Paracadute Paracadutista Paracadutisti Paramotore Parapendio Parcheggi Parcking Parco Volo Parco del Sile Parco el Sile Parma Parma Urban District Partecipate Pasian di Prato Passeggeri Passeggero Passera Passerella Patologie associate Pattugli acrobatica Pattuglia Acrobatica Pattuglia Acrobatica Nazionale Pattuglia Nazionale Acrobatica Paul Eschenfelder Pavoncella Pegasus Airline Pegognaga Pendenza Pendenza longitudinale Pendenza trasversale Pentagono People Mover Peoplefly Perdita carburante Perdita pezzi Perduca Peretola Pericoli alla navigazione Pericolo alla navigazione aerea Personale di volo Perugia Pescara Pesceluna Peschiera Borromeo Petizione Petizione Riserva Litorale Romano Pezzi di Ricambio Piacenza Piaggio 180 Piaggio Aerospace Pian d Rischio Piana Sana Piani di Rischio Piano Aeroporti Piano AeroportiCampoformido Piano Emergenza Aeroportuale Piano Emergenza Esterno Piano Emergenza Interno Piano Governo Territorio Piano Nazional Aeroporti Piano Nazionale Aeroporti Piano Nazionale Aeroporti Italiano Piano Nazionale Aeroproti Piano Ostacoli Piano Protezione Civile Piano Provinciale di incidente aereo Piano Strategico Piano Strategico Aeroportuale Piano acustico Piano antivolatili Piano di Azione Piano di Emergenza Piano di Emergenza Aeroportuale Piano di Governo del Territorio Piano di Riscchio Piano di Rischi Piano di Rischio Piano di Rischio aeronautico Piano di Riscio Piano di emergenza esterno Piano di ischit. 715o Piano di richio Piano di rischio terzi Piano di rsichio Piano emergenza Piano evacuazione Piano i Rischio Piano terzi Piantagioni Piazza San Marco Piazza San Pietro Piazzali Pietro Cavallo Pietro Modiano Pilatus PC 6 Pilatus PC6 Pilota ubriaco Pilotaggio remoto Piloti Piloti malati Pino di Sviluppo Piogge Piper Piper 22 Piper 28 Piper 30 Piper 34 Piper 46 Piper Malibu Piper PA 28 - 161 Warrior Piper PA 42 Piper PA 46 Piper PA46T Pipistrel Pirellone Pisa Pista Pista 06 Pista 12 Pista 24 Pista 25 Pista 28 Pista Apron Pista a mare Pista chiusa Pista corta Pista di sci Pista lunga Pista obliqua Pista sull'acqua Piste Piste sature Pitts Model 12 Pizzarotti Poiane Polaria Poligoni Poligono Poligono Teulada Polizia Polo Aeronautico Polo Aerospaziale Polo Chimico Polo Intermodale Polo Lombardo Polo Nordest Polo Universitario Polo aeroportuale Polo aeroportuale Nordest Polverini Pomodoro Ponte Vecchio Pontecagnano Popolazione Porta di Gehry Portaerei Cavour Postali Posti auto Pratica UE Pratica di Mare Precipita Precipita velivolo Precipitato Predator Prefetto Prefettura Preiminary Report Preliminary Report Premariacco Premium class Prescrizione Prescrizioni Aeronavigabilità Prescrizioni navigabilità Presidente Presidente Aeroclub Italia Presidente del Consiglio Prevenzione incendi Priceconomics Primario Primo volo Privacy Privatizzare Privatizzazione Privatizzazioni Proattiva Probabilità Procedimento Penale Procedura Impatto Ambientale Procedura VIA Procedura antirumore Procedura di VIA Procedura di Valutazione Ambientale Procedure antirumore Processi Procura Procura di Padova Profilo di decollo Profling Promozione Proposta mitigazione Propototipo Propulsori Proseal 700 Prot-in Protezione civile Prototipo Prova motori Proventi Public Safety Zone Puglia Punta Raisi Puntatori laser Putin QBR Team Qatar Qatar Airlines Quantas Quaranta Quarta pista Quatar Airways Quintavalle Quinto di Treviso R 22 RACOON RANCH RAeS RCEA RESA RIGA RIR RPA RQ 170 RV 7 RV 8 RVR Raccolta firme Raccomandazioni Raccomandazioni di Sicurezza Radar Radar Tracking Radar track Raddoppio Raddoppio sedime Radiazioni Radiazioni ionizzanti Radioattivi Raffaele Cantone Raffaele Guariniello Raffiche di vento Raggi cosmici Raggi laser Raggi ultravioletti Raggio laser Raggio verde Ragusa Rapporto Ambientale Rapporto EEA Rapporto ENAC Rapporto Informativo Rapporto Informativo 2012 Rayanair Re-fuelling ReTe Reaper MQ 9 Recinti Record mondiale Redecesio Referendum Reggio Calabria Regionali Regione Emilia Romagna Regione FVG Regione Friuli Venezia Giulia Regione Lazio Regione Lombardia Regione Puglia Regione Sardegna Regione Sicilia Regione Toscana Regione Veneto Regioni Registrazione Registrazione droni Regolamento Regolamento 139/2014 Regolamento Droni Regolamento ENAC Regolamento UE Regolamento UE n. 139/2014 Regolamento UE n. 598/2014 Reims Cessna F-150L Ulraleggeri Reject take off Rejected Take off Relazione Relazione BSCI Relazione inchiesta Relazioni Relazioni Intermedie Remote Airport Concept of Operation Remote control Renzo Dentesano Renzo Piano Reparti volo Report 2016 Residenti Resilienza Restrizioni operative Rete centraline Rete di Monitoraggio Rete operativa Retedi monitoraggio Reti Reti di monitoraggio Reti monitoraggio Retrazione carrello Rettifica Reverse Revisione spesa Riattaccata Ricavi Ricerca naturalistica Ricerche Richard Branson Richard Westgate Richiesta documenti Richio individuale Ricorso Ricorso TAR Ricorso al TAR Ridolfi Riduzione voli Rientra dal volo Rientro dal decollo Rientro dal volo Rifacimento pista Rifiuti tossici Rifornimento Rifornimento carburante Rigel Riggio Rimborsi Rimini Rimozione Rio de Janeiro Ripartizione voli Riposa in pace Ripresa voli Risanamento Risarcimenti Risarcimento Risarcimento danni Rischi terzi Rischio Trezi Rischio archeologico Rischio collettivo Rischio incidenti Rischio individuale Rischio sociale Rischio terz Rischio terzi Rischio volatili Riscorso al TAR Riserva Grifoni Riserva Naturale Riserva Naturale Lazio Risk assement Risk assesment Risk assessment Risk assessmnet Risk collision Risk collsion Risoluzione Risoluzioni Risorvoli Ritardi Ritardi dei voli Rivolo di Osoppo Rivolto Rizzo Robert Behler Roberta Carli Roberto Vergari Robin Robin 400 Robinson Robinson 22 Robinson R 22 Rochi dei Legionari Rogo Pineta Roll Royce Rolls Royce Rolls Royce 770 Rolls-Royce Roma Roma Capitale Romagnoli Romo Paolo Nicola Ronchi dei Legionari Rondoni Rosario Crocetta Rottamare Rottami Rotte Rotte decollo Rotte sperimentali Royalties Ruas Hero Rullaggio Rumore a terra Rumore aereo Rumore bianco Rumore notturno Runway End Safety Area Runway Excursion Runway excusrsion Runway safety Russia Ryanair Ryanair 4102 Ryanir S.Angelo SAA SAC SACAL SACBO SAFA SAGAT SAPR SARA SARAS SASE SAT SATAC SAVE SDAC SEA SEAF SERA SESE SEVESO II SF 260 AM SF 260 EA SF 260EA SH 101 SH 212 SIC SID SLA SMS SO2 SOGEAP STASA SU 25 SWY SYMA X5C Safety Safety Alert Safety Management System Safety Performance 2017 Safety Plan Safety performance Safety report Sala controllo Salami slice Salerno Salerno Pontecagnano Salmone Salute; Cittadini Salvataggio Samsung Samsung Note 2 Samsung S7 Samusng Note 7 San Angelo San Francisco International Airport San Giusto San Martin San Pietro Sandrini Santa Cristina Santa Monica Sanzione Sanzioni Sapienza Airport Risk Analisys Saratow Airline Sardegna Saturazione Saverio Romano Savety Savogna d'Isonzo Savorgnan de Brazza Savorgnan di Brazzà Sbaglia aeroporto Scalea Scali minori Scalo chiuso Scarico carburante Scatole nere Schianto Schianto al suolo Schianto in decollo Schipol Sciopero Scivoli Scomparso dai radar Scomparso in mare Scongelamento Scongelamneto Scontro in volo Scoperchiamento Scoperchiamento tetti Scoppio a bordo Scoppio gomma Scoppio gomme Scramble Scuola Marescialli Scuola dei Marescialli Scuole Seconda pista Securiry Securitu Security Security scanner Securrity Sedime Sedime aeroportuale Sedimi Segnalazione eventi aeronautici Segnalazioni Segrate Semicarrello Senato Seneca Senigallia Sentenza Sentenza Quintavalle Sentenza TAR Sentinel Senza carrello Separazioni laterali e verticali Separazioni standard Sequestro Serbatoi Serbatoi carburante Serbatoi combustibile Serbatoi esplosivi Serbatoio Sergio Costa Serracchiani Servitù militari Sesar Sesto Fiorentino Sesto Imolese Sestri Sfalcio erba Sfonda vetrata Sforamento Sforamento ostacoli Sgancio aliante Sghiaccamento Sghiacciamento Sghiacciamneto Shaanxi Y-8-200F Sheraton Shorts 330 Siai Marchetti 208 Siamo Somma Sibari Siberie Sicilia Sicurezza Sicurezza Informatica Sicurezza del volo Sicurezza proattiva Siena Siena Ampugnano Sierra 2002 Sigonella Sile Silenzio cimiteriale Silk AIr Italy Silvia Noferi Simulazioni Sindacati Sindaci Sindaco Sindaco Falchi Sindaco Nardella Sindrome classe economica Sindrome del viaggiatore Singapore Singapore Airlines Single Sky Sistema monitoraggio Sit-in Skatebord Sky Leader 200 Skyleader Skytrack Skytrax Small Small Regional Airport Smaltimento Smart Defence Smartphone Smog Soccorsi Soccorsi a mare Soccorso Soccorso Alpino Società di gestione Societal Risk Societal Ruisk Soffioni Sogas Sogear Solar Impulse Solaris Somatogravic illusions Somatogravic risk Somma Campagna Somma Lombardo Sommacampagna Sommcampagna Sondaco Nardella Sonno Sopratassa carburante Sopravento Sorvoli Sospensione Sospensione dei voli Sospensione licenza Sospensione voli Sostegni Sostegni ai voli Sostegni finanziari Sostegni pubblici Sostegno Sostenibilità Sottosuolo Sottovento South African Airline Southwest Airlines Sovratemperature Sovrattassa Sovrattassa carburante Sovvenzioni SpaceShip Two Spanair Spatial Distribution of Aircraft Crashes Spazio Aereo Spazioporto Spegnimento motori Spendig Review Spending review Sperimentazione Sperimentazione decolli Sperimentazione voli Spessotto Spessotto Arianna Spinta inversa Sponsor Stadi Stadi di calcio Stadio Stadio di calcio Staff Stagni Stall recovery Stallo motori Standard operativi Standards Statistiche Statistiche 2016 Stato di Allarme Stato di Emergenza Stato di Incidente Statore Stazioni Stazioni di servizio Stealth Stewardess Stime di traffico Stiva Stivaggio Stop ampliamento Stop notturni Stop take off Stop take-off Stop voli Stopway Storione del Sile Storm Storni Strategici Strategico Strategie aeroportuali Streal 2 Streal 3 Strip Strip area Striscia la Notizia Studio Naturalistico Ambientale Studio epidemiologico Studio naturalistico Studio sulla salute Subappalti Sud Tirolo Suicidio Sukhoi 100 Sukhoi Superjet 100-95 Sukkoi Sunchem Sunexpress Suolo Super 100 Superfici Limitazione Ostacoli Superfici Limitazioni Ostacoli Superjet 100 Supplemento carburante Supporti Supporto Surriscaldamento Sussidi Sversamenti Sversamento Sversamento carburante Sversamento liquidi Svezia Svizzera Swearingen Metro SA226 Swiftair Swissair T1 T2 TAF TAR TAR Brescia TAR Lazio TAR Lombardia TAR Toscana TAR Veneto TIA TRE TSA TSB TU 204 TVP TWA Tablet Tablets Taglio voli Talon T 38 Taming Aviation Taranto Targhe alterne Tariffe Tariffe aeree Tariffe aeroportuali Task force Tassa aeroportuale Tassa d'imbarco Tassa imbarco Tassa passeggero Tassa rumore Tassazione Tasse Tasse imbarco Taxibot Taxiway Taxyway Techno Sky Tecma P 92 Tecnam Tecnam 2002 Sierra Tecnam 92 Tecnam P-92 Tecnam p 62 Tegola e volanti Tegole Tegole risucchiate Tegole volanti Tempi colo Tempi di servizio Tempi di volo Temporali Termina 3 Terminal Terminal 1 Terminal 3 Termovalorizzatori Terracina Terrapieno Territorio Terrorismo Terza pista Tessera Tessera City Tesserino Ingresso Aeroportuale Test mentali Test psicologico Tetti Tetti scoperchiati Tetto The Mall The Washington Post Thetis Ticino Tilt Timone di coda Tipo A Tipo M Tipo V Toboga Toccaceli Top 20 Tor Sapienza Toran Torcello Torino Torino Valentino Torio Tornado Torre Torre Cardin Toscana Toscochimica Touch&Go Tower Tracciati radar Traffico Traffico 2015 Traffico 2017 Traffico aereo Traffico droga Traffico low cost Traffico passeggeri Traffico rifiuti Training Training manual Tralicci TranAsia Airways Trancia cavi elettrici TransAsia Airways Transazione Transiti Trapani Trapani Birgi Trasporti Trasporto aereo Trasporto aereo. Comitati Tre Croci Trent 1000 Treviso Treviso Canova Treviso-Canova Tribunale Tribunale del Lavoto Tribunali Tributi Trieste Trieste Airport Trieste Ronchi Trieste-Airport Trigora Trigoria Trigoria Cessna 650 Trivellazioni Trolley Trombosi del viaggiatore Trota Iridea Trote Trote iridea Trump Tsunami Tubi Pitot Tupolev 134 Tupolev 154 Tupolev 154B Turbina Turbine Turbolenza Turismo Turismo FVG Turismo FVG Tuta alare Tutela ambientale Tutela passeggeri Tutele ambientali Twenty Twin Otter UAL UARS UAS UAS; Droni UAV UE UE 139/2'14 UE Safety List UFAC UFO UILtrasporti UKAB ULM UNC UP UPA UPAS USA USAF USL UVA Ucraina Udine Ullage Ultra Ultraleggeri Ultraleggeri avanzati Ultraleggero Ultraleggero Avanzato Ultraleggri Uniformi Unione consumatori United Airlines Università Upset recovery Ural Airlines Uranio impoverito Urbe Usmaf Ustica Utente Utenti Utenza V.I.A. V2 VAI VAS VDR VDS VIA VIA; VAS VIS VOC VVFF Valigie Valore edonico Valter Battistoni Valutazione Ambientale Strategica Valutazione impatto ambientale Vano carrello Varallo Pombia Varesotto Varsavia Vasche Maccarese Vaticano Vendita azionaria 45% Veneto Venezia Venezia Calcio Venezia Tessera Venezia-Tessera Verdi Vergari Vergiate Verona Verona Catullo Vespe Vettori Vetusta Vetusto Vi Via E.A. Mario Via di rullaggio Vibo Valentia Vigili del Fuoco Vigli del Fuoco Vijet airline Villa Primavera Villafranca Vinca Vincenzo Donvito Vincenzo Florio Vincoli Violazione VIA Violazione spazio aereo Virata Virgin Atlantic Virgin Galactic Virus Visite mediche Visual Viterbo Vito Riggio Vittime Vivicaselle Vizzola Ticino Vlos Volantini Volare Sicuri Voli Postali Voli cancellati Voli civili Voli di Stato Voli di linea Voli intercontinentali Voli long range Voli notturni Voli panoramici Voli ritardati Voli sospesi Volo Libero Volo Napoli Newark Volo Roma Ginevra Volo a vista Volo diporto sportivo Volo prova Volotea Volpi Volumi Volumi di traffico Vomero Vortex Scheme Protection Vortex Strike Vortex scheme Vr Vueling Vulcani Vulcanic ash Vulcano W3 Sokol WEF WHO WI FI WSJ WWF WWF Lazio Wake Turbolence Wall Street Journal Wanda Ferro Watchkeeper Web Westfield Westfield Milan Wheeltug When drones fall from the sky Wikileaks Wildlife Wildlife strike Wildstrike Wind Jet Wind shear WindJet Wing Jet Wingjet Wizz Air Wizzair Wojtyla World Drone Prix Wow Air X 3 XA-UHZ Yak 42 Zanoni Zehst Zero Branco Ziberna Zlin Zona A Zona B Zona C Zona D Zona rossa Zone A Zone acustiche Zonizzazione Zonizzazione acustica Zonizzazione acustiche Zonizzazione acustico Zonizzazione acutica Zonizzazioni Zonizzazioni acustiche accident aeromobili vetusti aiuti di Stato art 707 art 715 blocco a terra cabina passeggeri co - marketing co marketing co-marketing comarketing cosmiche delaminazione delocalizzazione dispersioni ex SISAS falda idrica imposta insonorizzazione l'Altra inchiesta lesioni ltraleggeri mancate collisioni microcricche mitigazione acustica multe nterrogazioni o-marketing penniche porti re - engine rimotorizzazione sostegno ai voli tasse aeroportuali top ten via Carriola voli voli Blue 5 118 321 715
 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player